Pio La Torre protagonista del film di Walter Veltroni

In quegli anni, il nostro Paese è condizionato da una serie di “intrecci” nazionali e non solo

Il protagonista del nuovo documentario di Walter Veltroni sarà Pio La Torre: il segretario regionale del Pci in Sicilia, ucciso dalla mafia nel 1982 con il suo autista Rosario Salvo. L’opera è prodotta dalla società indipendente Minerva Pictures e le riprese si svolgeranno tra Palermo e Roma. L’ex segretario del PD, quindi, ritorna al passato puntando i riflettori verso un uomo schivo e molto determinato. L’intreccio fra una certa politica, criminalità, interessi internazionali, interessi nazionali e Guerra Fredda condizionano in quegli anni drammatici la storia del nostro Paese dato che in poco tempo periscono esponenti delle forze dell’ordine, magistrati e professionisti. Ricordiamo Boris Giuliano, Cesare Terranova, Piersanti Mattarella, Gaetano Costa, Carlo Alberto dalla Chiesa, Giovanni Falcone, Palo Borsellino e tanti altri. Purtroppo.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Il saluto a Raffaella Carrà: le tappe di un percorso magnifico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *