L’uomo che ha fatto saltare Wall Street

Mario Buda è considerato l’inventore dell’autobomba

Oggi, purtroppo, conosciamo bene le autobombe utilizzate sia dalla criminalità organizzata come nel caso dell’omicidio del magistrato Rocco Chinnici e sia dai gruppi terroristici. Il primo attentato con questa modalità si concretizza il 16 settembre del 1920, quando la polizia americana si trova davanti una vettura esplosa a Wall Street, tra la sede della banca Morgan & Stanley e la Borsa valori. Nell’attentato troveranno la morte 33 cittadini e duecento persone resteranno ferite. Unico responsabile della strage è l’anarchico italiano Mario Buda, considerato l’inventore dell’autobomba. Buda è un uomo “particolare”. E’ ritenuto una spia dell’ OVRA (Opera Volontaria di Repressione Antifascista), viaggia in continuazione fra Messico, Svizzera, Italia e Stati Uniti. Inoltre, proclamerà sempre la sua innocenza per quanto accaduto a Wall Street.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Austria, lockdown in vista solo per i non vaccinati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *