Capena – Obbligo mascherine all’aperto, scatta l’ordinanza

Previste sanzioni sino a 3.000,00 euro

Anche nel comune di Capena è stato disposto l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie dal giorno mercoledì 8 Dicembre 2021 al giorno venerdì 31 Dicembre 2021 (salvo proroga in relazione all’evolversi dell’emergenza COVID-19) nei luoghi all’aperto ove siano organizzate manifestazioni di qualsivoglia natura e in tutte le zone in cui si venga a creare un’affluenza di persone tale da non garantire il distanziamento interpersonale, come ad esempio luoghi di aggregazione, mercatini di natale, mercati, esposizioni, manifestazioni e qualsiasi altro evento organizzato per le festività natalizie all’aperto e, in ogni caso, ovunque si vengano a creare assembramenti o affollamenti.
In tali situazioni l’obbligo della mascherina è previsto anche qualora si rispettasse il distanziamento previsto dalla normativa.
È fatto obbligo, inoltre, per tutti gli esercenti e gli organizzatori di tali eventi, oltre l’obbligo della mascherina, essere in possesso del green pass base.
Restano esentati dall’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie:
a) i bambini di età inferiore ai sei anni
b) le persone con patologie e/o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina
c) le persone che devono comunicare con un disabile in modo da non poter fare uso del dispositivo d) i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.
Inoltre, gli organi di vigilanza sono incaricati di effettuare i controlli e di applicare la presente Ordinanza cosi come previsto dall’articolo 4, comma 1, del D.L. n. 19/2020 l’inottemperanza della presente Ordinanza salvo che il fatto costituisca reato, e’ punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 400,00 a € 3.000,00. Se il mancato rispetto delle predette misure avviene mediante l’utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo.
Ai sensi dell’articolo 4 del D.L. 19/2020 convertito nella Legge n. 35/2020 è ammesso, entro 60 gg. dalla contestazione o notificazione della violazione, il pagamento in misura ridotta di una somma pari ad € 400,00.
Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  SALUTE – Il sostituto del pediatra o del medico di base si può scegliere. Ecco come

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.