Francesco Lo Voi nuovo procuratore di Roma, cerimonia a Clodio

 Oggi l’immissione nella funzione

Si insediato oggi a piazzale Clodio Francesco Lo Voi. Il neo procuratore di Roma è volato da Palermo col suo bagaglio e la sua fama di magistrato riservato, con grandi capacità giuridiche, organizzative e professionali. Così lo ha dipinto anche il Csm, a dicembre, nel motivare la nomina. Il dottor Lo Voi”, riporta il provvedimento con cui è stato eletto a capo della procura più importante d’Italia, “ha dato prova di non comune preparazione giuridica e di eccezionali doti di diligenza, laboriosità ed impegno”. Michele Prestipino, il procuratore uscente, la cui nomina voluta dal Csm è stata annullata a seguito proprio dei ricorsi di colleghi, a partire da quello di Lo Voi, resterà in servizio da procuratore aggiunto. Le due figure, però, almeno nei tempi più stretti, potrebbero non rivelarsi incompatibili. “Ringrazio il Csm e ringrazio ed abbraccio Michele Prestipino che è e rimane un grande amico e un grande magistrato”, ha tenuto a dire Lo Voi, subito dopo la nomina, accantonando almeno nelle intenzioni, qualsiasi tensione.

L’AUGURIO DELLA CAMERA PENALE

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Ladri in azione, tentato furto al campo sportivo

Subito dopo la cerimonia di insediamento il presidente dei penalisti romani Vincenzo Comi  ha rivolto al neo procuratore il benvenuto e gli auguri di buon lavoro e ringraziato pubblicamente il procuratore Prestipino per l’importante e prezioso lavoro svolto in questi anni di estrema difficoltà aggravata dall’emergenza sanitaria. “La procura di Roma è la più grande procura in Europa e serve un impegno straordinario che richiede sinergia con tutte le istituzioni e con gli avvocati in particolare”, ha dichiarato il presidente della Camera Penale, “Auspichiamo di proseguire nel metodo del confronto che fino ad oggi ha dato risultati nell’interesse dei cittadini coinvolti nel processo penale”.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *