Studenti in sciopero, la lettera di una mamma di Palombara

"Sul fronte Covid la scuola è sicura, i trasporti meno"

Buongiorno, sono la mamma di una ragazza che frequenta il secondo anno all’alberghiero di Palombara. Sono arrabbiata con questi ragazzi che non capiscono che la scuola, al suo interno è sicura. Il problema sono i trasporti, quindi sarei d’accordo con una protesta davanti al Ministero dei trasporti o a limite davanti al capolinea. Ma alcuni ragazzi non rispettano le regole fuori la scuola !! Perché si riuniscono senza rispettare le regole. Bisogna vedere se quando vanno in palestra, piscina o a giocare a calcio rispettano le regole. O quando li vedi riuniti in piazza a chiacchierare senza distanziamento e senza mascherine. La scuola dovrebbe essere il loro primo pensiero in questo momento invece la prendono come causa di contagi. La scuola è l’unica arma che hanno i ragazzi per il loro futuro, che non sarà facile dopo il Covid. Proprio il settore alberghiero ha avuto un crollo vertiginoso in quanto a prospettive di lavoro e se non si studia e non si ottengono competenze più che eccellenti alla fine del percorso scolastico la prospettiva di rimanere disoccupati sarà molto alta o saranno costretti a fare un altro lavoro e buttare il diploma alberghiero e 5 anni di sacrifici, loro e delle loro famiglie, nel cestino. Auguro a tutti I ragazzi che tutto finisca presto e che si torni alla normalità fatta di anche di impegno, perché siamo “in guerra” e un volta finita bisogna rimboccarsi le maniche come hanno fatto i nostri nonni. Donatella

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Tivoli - Venerdì 20 maggio il Consiglio comunale: ecco i temi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *