TIVOLI – Orti urbani e Ciclabile nel parco, i residenti stoppano i lavori

Lettera aperta del Comitato di Quartiere “Parco Adriano” al sindaco Proietti: “Fermi lo scempio”

L’obiettivo è prevenire la marginalizzazione sociale, favorire l’aggregazione tra i residenti e promuovere la cosiddetta “rigenerazione urbana”.

Nasce così l’idea degli orti sociali all’interno del parco pubblico di via Begozzi a Villa Adriana nel Comune di Tivoli. Un’idea che il 16 febbraio scorso la giunta del sindaco Giuseppe Proietti aveva fatto sua approvando il progetto di fattibilità tecnico economica per un costo pari a 32.800 euro (LEGGI L’ARTICOLO).

Ma il Consiglio Direttivo del Comitato di Quartiere “Parco Adriano” annuncia barricate contro gli orti e contro un Centro sportivo e una Pista ciclabile in via di realizzazione con una lettera aperta inviata ieri, venerdì 16 settembre, al sindaco Proietti.

Gentilissimo Professore, – recita la lettera – siamo venuti a conoscenza che l’area verde di Villa Adriana delimitata da Via S. Salvatore, Via Begozzi e Via Elio Adriano sarà oggetto di interventi programmati dalla Sua Amministrazione che comporteranno di fatto la sua distruzione.

Ci riferiamo in particolare ai progetti degli orti Urbani, del centro Polivalente per sport Urbani e alla Pista Ciclabile avviati dalla Sua amministrazione proprio sulla citata area verde.

Con la presente ci appelliamo a Lei, al Suo prestigio personale alla Sua esperienza nella conservazione di Beni culturali e ambientali affinché si fermino questi “scellerati” progetti e si salvaguardi una vera e propria isola di verde dove si può, e in tanti lo fanno quotidianamente, tranquillamente passeggiare tra piante e fiori, i bambini possono giocare e gli adulti fare sport all’aria aperta con il percorso salute.

La biodiversità esistente nel parco, come Lei ben sa costruita negli anni con le fatiche e i soldi di privati cittadini, sì proprio di quel Parco che Lei ha definito: “il più bel Parco di Tivoli” verrebbe sostituita da cemento e asfalto.

Mentre in tutta Italia si presentano progetti per favorire la transizione ecologica il comune da Lei rappresentato è pronto a “distruggere” un polmone verde, il più grande di Villa Adriana, sacrificandolo alla logica dei “finanziamenti a tutti i costi”.

Rinnoviamo il nostro invito, fermatevi, non distruggete quello che di bello c’è, solo per la logica dello “spendere”, che ha portato fino ad oggi solo ad opere ormai in decadenza e abbandonate.

Ci rifiutiamo di credere che Lei sia totalmente indifferente al danno ambientale che si sta profilando, sicuramente, e questo lo possiamo garantire, non saremo Vostri complici silenziosi”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Espulso, schiaffeggia l’arbitro: calciatore squalificato per 4 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.