Regione Lazio, Marco Bertucci contro Nicola Zingaretti: “Ecco perché non si dimette subito da Presidente”

Comunicato stampa del dirigente di Fratelli d'Italia e candidato alle prossime elezioni regionali

Da Marco Bertucci, membro dell’Esecutivo della Federazione Provinciale di Roma di Fratelli d’Italia e candidato alle prossime elezioni regionali del Lazio, riceviamo e pubblichiamo:

“Aspettare tre settimane è un’ulteriore perdita di tempo che la nostra Regione non merita”. Non usa giri di parole Marco Bertucci, membro dell’Esecutivo della Federazione Provinciale di Roma di Fratelli d’Italia, nel commentare l’annuncio relativo alle prossime dimissioni del governatore uscente della Regione Lazio e neodeputato Nicola Zingaretti (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

“Perché non dire la verità? – rincara la dose Bertucci – Perché non dire che dopo il mascherina gate, dopo gli accertamenti della Corte dei Conti, dopo la campagna elettorale indiretta fatta utilizzando il ruolo di governatore del Lazio, c’è bisogno di saldare i legami elettorali tra PD e M5S e di sondare eventuali nuove alleanze? Perché non dire che dietro al collegato c’è l’ennesimo atto di vassallaggio verso il PD e Roma Capitale, alla quale la Regione intende consegnare competenze specifiche sull’Urbanistica?”.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - L'ex sindaco si congeda: "Lascio una città più pulita"

“Nascondersi dietro l’approvazione del Collegato è una cortina di fumo, l’ennesima, che Zingaretti mette su: dia piuttosto immediatamente le dimissioni, e lasci questo ed altri atti importanti alla prossima amministrazione regionale. Il futuro del Lazio non lo riguarda più”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.