MENTANA – Vendeva droga ai clienti dalla finestra di casa, arrestato

Un 19enne italiano beccato dalla Guardia di Finanza: in Tribunale patteggia la pena e torna a casa

In casa non faceva entrare nessuno, anche perché insieme a lui e alla fidanzata abitano anche quattro cani. Per questo aveva escogitato un altro metodo, quello di cedere le dosi ai consumatori attraverso la finestra.

Così giovedì 17 novembre i militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Guidonia hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 19enne italiano incensurato di Mentana.

Da giorni gli investigatori del Nucleo Operativo diretto dal Tenente Lorenzo Bernardi avevano notato un insolito via vai sotto le finestre del giovane, per cui giovedì pomeriggio si sono appostati e lo hanno visto lanciare una dose ad un cliente.

A quel punto è scattato il blitz nell’appartamento dove sono stati rinvenuti e sequestrati circa 180 grammi di hashish.

Ieri, venerdì 18 novembre, il Tribunale di Tivoli ha convalidato l’arresto e processato il pusher per direttissima condannandolo a 9 mesi col patteggiamento, così il ragazzo è stato rimesso in libertà.

L’arresto di giovedì scorso rientra nell’ambito dell’attività di controllo, prevenzione e repressione dei reati in un territorio di 48 Comuni di competenza del Gruppo delle Fiamme Gialle di Guidonia diretto dal Maggiore Simone Vastano.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Addio a Roberto Buonasorte, Sergio Pirozzi: "Ho perso un fratello, uomo retto e leale"

Lo scorso 2 settembre a Villanova, quartiere di Guidonia Montecelio, i militari avevano arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 32enne albanese, anche lui incensurato, arrivato in Italia da pochi mesi (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO).

Fermato in strada e perquisito, il 32enne era stato trovato in possesso di sei grammi di cocaina nascosta nel borsello suddivisi in 15 dosi. Nel suo appartamento erano stati rinvenuti e sequestrati altri 109 grammi di coca suddivisa in 300 dosi pronte per essere immesse sul mercato, oltre a della mannite, un lassativo utilizzato come sostanza da taglio, un bilancino di precisione e 2.400 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita di spaccio.

Il Gruppo delle Fiamme Gialle è operativo a Guidonia da aprile 2021, in coincidenza con uno dei maggiori sequestri di droga mai avvenuti nella provincia Nordest di Roma.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Addio a Roberto Buonasorte, il ricordo dell'amico Marco Di Andrea

Era il 16 aprile dell’anno scorso e al Centro Agroalimentare Romano di Setteville, a Guidonia Montecelio, furono sequestrati 1.110 chili di cocaina pura all’80 per cento, più di una tonnellata di polvere bianca pari ad un valore di 200 milioni di euro (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO).

La droga viaggiava a bordo di un tir proveniente da Anversa ed era suddivisa in 882 panetti nascosti dentro 34 cartoni che sulla carta avrebbero dovuto contenere banane e frutta esotica dall’Ecuador.

Sempre nel 2021 i finanzieri di Guidonia hanno arrestato per spaccio di cocaina altre tre persone nel territorio di Fonte Nuova e Mentana.

Davanti ad un bar di via Moscatelli, a Mentana, i militari avevano beccato una ventenne italiana mentre vedeva dosi ai clienti all’interno di una Fiat 500 in compagnia della madre.

A Tor Lupara, frazione di Fonte Nuova, un 22enne italiano e una 25enne italiana, sorpresa – per ironia della sorte – in Largo delle Fiamme Gialle.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.