Morto Stefano Makula, l’apneista che si immerse nel Pozzo del Merro

Precursore e campionissimo della disciplina, nel Pozzo tocco i 48 metri di profondità

È morto Stefano Makula, uno dei più grandi apneisti italiani. Nato a Roma nel 1954, aveva iniziato la sua carriera sportiva nel 1977 con risultati da subito sbalorditivi. Insieme a Enzo Maiorca e Jacques Mayol, fu pioniere delle immersioni in apnea, pratica che fino alla metà del secolo scorso non godeva ancora dello status di disciplina sportiva. Tra le imprese di Makula, 28 volte primatista in più specialità, spicca l‘immersione nel Pozzo del Merro, la cavità naturale situata nel comune di Sant’Angelo Romano e nel territorio della Riserva Naturale della Macchia di Gattaceca e della Macchia del Barco.

L’incidente di Ponza

Nel 1989 a Ponza Makula sfiorò la morte con un terribile incidente. Era il 21 ottobre e quel giorno era previsto un nuovo record di profondità a ben 110 metri. Makula raggiunse la profondità massima, ma a causa di un problema di compensazione fu costretto a risalire a venti metri. La risalita, evidentemente troppo rapida, provocò uno svenimento e l’arresto cardiaco. L’intervento immediato dello staff medico fu determinante.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Non monitora le falde inquinate, multato il proprietario della discarica

L’immersione a Sant’Angelo Romano

Dopo aver interrotto la sua attività per qualche anno e dopo averla ripresa con altri memorabili successi negli anni ’90, nel 2007 Makula sceglie il Pozzo del Merro per un’altra delle sue imprese. Il Pozzo, una cavità carsica profonda 392 m (ovvero quasi quanto l’altitudine di Sant’Angelo Romano sul livello del mare), è stato teatro del primo record mondiale di apnea in una dolina.

Stefano Makula nelle acque del Pozzo del Merro

L’evento ebbe una certa importanza non solo per i suoi risvolti meramente sportivi, ma anche per quelli scientifici.

Con Makula si immersero infatti anche dei sommozzatori che per la prima volta esplorarono la cavità. In un’intervista rilasciata qualche anno più tardi, Stefano Makula annoverò quest’immersione tra le sue esperienze più entusiasmanti insieme alla sua prima immersione all’Isola del Giglio e a quella di Capri, trasmessa in diretta sulla Rai. (F.L.)

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.