Meteo, caldo africano coi giorni contati

Le previsioni meteo di tutta la settimana

Svolta meteo. Chi vuole godersi gli ultimi giorni dell’estate lo faccia subito, nei prossimi giorni tornerà il maltempo. A rendere il settembre particolarmente caldo il ritorno dell’anticiclone africano Caronte. Antonio Sanò, fondatore del sito www.iLMeteo.it, però, non ha dubbi: Caronte  tra qualche giorno non sarà più il protagonista del tempo sull’Italia.

Il gran caldo africano – come riporta l’Ansa – avrà il suo picco nella giornata di martedì 12 settembre quando al Centro-Nord si potranno toccare picchi diurni di 33-34°C in pianura e fino a 36°C sulle zone interne del Centro e delle Isole Maggiori. In questo contesto il sole sarà prevalente su tutte le regioni. La situazione inizierà a mutare da mercoledì in poi quando il flusso instabile Nord Atlantico comincerà a scendere di latitudine, iniziando a combattere con il possente anticiclone.

LEGGI ANCHE  COLLEFERRO - La Polizia Locale multa l’auto del Servizio Viabilità Provinciale

Da mercoledì quindi i primi temporali inizieranno a interessare l’arco alpino e una nuvolosità più presente coprirà il cielo del Centro-Nord.

Giovedì sarà sempre l’arco alpino ad essere bersaglio di temporali a carattere sparso e verso sera pure la Pianura Padana con temporali ad esempio a Milano, Torino, Bergamo, Brescia.

Ulteriore cedimento dell’anticiclone africano nella giornata di venerdì quando i temporali, accompagnati da grandine, non solo interesseranno sempre l’arco alpino e in forma irregolare e isolata anche la Pianura Padana, ma si spingeranno pure sulle regioni centrali, specie su rilievi e zone vicine. Sul resto d’Italia il tempo non subirà grossi cambiamenti.

In base a questa previsione le temperature cominceranno gradualmente a diminuire sotto l’incalzare di aria più fresca oceanica. Ma non è finita qui, con il weekend del 16-17 settembre una perturbazione atlantica potrebbe far breccia nello scudo dell’alta pressione facendo peggiorare il tempo non solo al Nord, ma anche al Centro.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.