PALOMBARA SABINA – Una serra di marijuana in casa, preso con 19 chili di “erba”

Italiano di 39 anni arrestato dai carabinieri, libero con obbligo di firma

Tra l’appartamento e il giardino di casa aveva allestito una vera e propria fabbrica artigianale di “erba”.

Per questo giovedì 23 novembre i carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato un 39enne italiano di Palombara Sabina per per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e sequestrato 19 chilogrammi di marijuana.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line della Città del Nordest Tiburno.Tv, il blitz dei militari è scattato nell’ambito dei servizi preventivi e repressivi coordinati dal Capitano Carmine Rossi.

Da giorni gli investigatori seguivano i movimenti di C. E. – queste le iniziali dell’arrestato -, nome già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti.

LEGGI ANCHE  MARCELLINA - Rifiuti sotterrati in cava, blitz notturno di 4 incappucciati

Durante la perquisizione domiciliare è stata così scoperta una vera e propria serra indoor per la produzione di marijuana, allestita con lampade artificiali per la crescita rigogliosa. L’uomo aveva allestito un’altra serra all’aperto dove sono state rinvenute buste con marijuana giè essiccata e altra “erba” appesa ad essiccare.

Stamane, lunedì 27 novembre, il Tribunale di Tivoli ha convalidato l’arresto del 39enne al quale è stata concessa la libertà in attesa di processo con la misura cautelare dell’obbligo di firma.

Due settimane fa gli stessi carabinieri di Monterotondo a Fonte Nuova avevano arrestato un 53enne ed una 56enne con 300 chilogrammi di marijuana e 10 chili di hashish, privi della necessaria documentazione di tracciabilità (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Beve gratis ed estorce 20 euro al barista, condannato
Il sequestro dei carabinieri a Palombara
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.