“Verifica fiscale su Fedez”, esposto del Codacons alla Guardia di Finanza

L’associazione consumatori chiede di accendere il faro sulla società della famiglia del rapper

Fusioni e scissioni, trasformazioni societarie e operazioni finanziaria considerate sospette.

Per questo il Codacons ha presentato un esposto alla Guardia di Finanza di Milano e Roma nei confronti del gruppo societario facente capo a Fedez, noto rapper e marito di Chiara Ferragni.

La notizia è stata diffusa dall’agenzia Ansa.

L’associazione dei consumatori ha allegato alla segnalazione una relazione di consulenza di Gian Gaetano Bellavia, commercialista e noto esperto di diritto penale dell’economia, in cui viene descritta “una trama societaria in cui si presentano e si ripetono tutti gli indici di pericolosità fiscale”.

Nell’esposto di nove pagine il Codacons ricostruisce il gruppo societario e gli “asset” in mano alla società Zedef facente capo alla famiglia di origine di Fedez e all’interno della quale rivestono le cariche chiave il rapper, la madre e il padre.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Crollano calcinacci, paura nel Centro urbano

Stando a quanto riporta Ansa, nell’arco di cinque anni “si sono succedute – sostiene il Codacons – numerose operazioni straordinarie che hanno portato il gruppo ad assumere assetti sempre diversi”.

La scelta di “attivare istituti come fusioni inverse e scissioni non proporzionali asimmetriche evidenzia la padronanza con sistemi consulenziali raffinati e di elevato grado di complessità che vanno oltre una semplice esigenza economica o di sviluppo, come peraltro emerge dalla lettura dei relativi atti notarili (estremamente articolati) e dai flussi finanziari”.

Sempre secondo l’esposto, “la fitta trama di rapporti di affari con nuovi soggetti che delinea l’allegata ricostruzione” rappresenta “un salto di qualità, in termini strategici”, riporta l’agenzia Ansa.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Boschetto raso al suolo, il Comune non ha rilasciato autorizzazioni alle suore

La situazione merita “un’analisi più ampia al fine di cogliere le ragioni strategiche sottostanti che, ancorché potenzialmente lecite, possono talvolta travalicare e deviare in una forma di ‘potere occulto e trasversale'”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.