TIVOLI – L’auto sbanda e invade la corsia, scontro frontale sulla Tiburtina

Dopo la curva schianto tra una Suzuki e una Citroen: tre feriti. Traffico in tilt

Drammatico incidente stradale stamane, venerdì 3 maggio, sulla via Tiburtina a Tivoli. Il bilancio è di due donne e un uomo ricoverati in ospedale e di due auto sequestrate.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line della Città del Nordest Tiburno.Tv, il fatto è accaduto all’altezza del chilometro 28,500 della via Tiburtina verso le ore 10 mentre sulla città si abbatteva un violento nubifragio.

Stando ai primi rilievi effettuati dagli agenti della Polizia Locale, una donna italiana di 58 anni residente a Guidonia Montecelio viaggiava al volante di una jeep Suzuki in direzione Tivoli in compagnia della figlia 24enne.

Per cause in corso di accertamento, la jeep ha improvvisamente invaso la corsia opposta sbarrando la strada ad una Citroen C4 condotta da un 68enne italiano residente a Tivoli che viaggiava in direzione Roma.

LEGGI ANCHE  "Arte in cammino": al via il Festival di teatro, danza e musica

L’impatto è stato violentissimo.

Sul posto sono immediatamente intervenute tre ambulanze del 118 e un’auto medica che hanno prestato le prime cure ai tre feriti prima del trasporto in ospedale.

La 58enne conducente della Suzuki è stata trasportata al “Sandro Pertini” di Roma in codice verde.

Più gravi, anche se non in pericolo di vita, le condizioni della figlia della donna e quelle del conducente della Citroen.

La 24enne è stata ricoverata in codice rosso al policlinico Casilino, mentre il 68enne è al Policlinico “Umberto I” anche lui in codice rosso.

Su disposizione della Procura di Tivoli, gli agenti della Polizia Locale diretti dal Comandante Antonio D’Emilio hanno sequestrato le due auto coinvolte nello scontro frontale.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Inclusione e Sport sotto la Rocca Pia, arrivano i “Play the Games 2024"

Il traffico sulla via Tiburtina ha subito rallentamenti per consentire i soccorsi dei feriti e i rilievi da parte dei vigili urbani.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.