GUIDONIA – Il ritorno di “Fleximan”, divelto l’autovelox sulla “48”

Terzo attentato al rilevatore della velocità in via Casal Bianco. Stavolta ci sono le immagini?

Il Comune di Guidonia Montecelio aveva lanciato la sfida e non ha tardato a raccoglierla il “Fleximan” del Nordest romano, come è stato ribattezzato sui Social l’ignoto che per due volte nel giro di venti giorni ha vandalizzato l’autovelox di via Casal Bianco (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Stamane, domenica 25 febbraio, gli agenti della Polizia Locale di Guidonia Montecelio hanno scoperto che nella notte è stata divelta la telecamera dell’impianto che era stato reinstallato soltanto venerdì 16 febbraio dopo il furto messo a segno all’alba di mercoledì 29 novembre 2023 e a seguito del danneggiamento in un precedente raid notturno compiuto mercoledì 8 novembre 2023.

Per evitare nuovi danneggiamenti da parte di emuli del più famoso “Fleximan” attivo in Veneto, stavolta l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro Lombardo ha disposto l’installazione di una telecamera di videosorveglianza inaccessibile per monitorare la sicurezza dell’impianto (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Comune in lutto per la scomparsa di due dipendenti

Per questo il raid di stanotte potrebbe essere stato ripreso dal sistema di sicurezza e il “Fleximan” del Nordest romano potrebbe avere le ore contate.

Sul caso gli agenti della Polizia Locale di Guidonia Montecelio mantengono il più rigoroso riserbo.

Stamane la telecamera è stata immediatamente ripristinata.

Vale la pena ricordare che l’autovelox era stato installato ad agosto 2023 sulla strada Provinciale 28 Bis, meglio nota come “48”, nel tratto di competenza comunale compreso tra l’intersezione con via Tor Mastorta e il ponte di Viale Roma, ma era entrato in funzione soltanto dal primo novembre 2023.

Nelle prime tre settimane era finito per due volte nel mirino degli intolleranti.

LEGGI ANCHE  PALOMBARA SABINA – “Pasqua per tutti”, il Comune dona pacchi alimentari a 58 indigenti

“L’attrezzatura per il controllo della velocità, utile su un’arteria dove troppo spesso si sono verificati incidenti, era stata già divelta pochi giorni fa – aveva spiegato in una nota l’amministrazione comunale di Guidonia Montecelio all’indomani del secondo atto vandalico – L’autoscan è assicurato e sarà reinstallato, senza costi per la collettività, ogni volta che si renderà necessario”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.