Cavallaro gol d’autore, primo cin-cin per il città di Monterotondo

Una rete di testa di Cavallaro al minuto 21 del primo tempo, poi una gara di sacrificio e di attenzione ribattendo colpo su colpo ai tentativi del Civitavecchia di raggiungere la parità. Alla fine è arrivata la prima vittoria in campionato per il Città di Monterotondo di Stefano Sgherri.
A fine gara palpabile la soddisfazione del tecnico dopo un inizio campionato scandito da tanta sofferenza: “Era una vittoria che cercavamo da tempo, in altre occasioni l’avevamo sfiorata, stavolta l’abbiamo centrata con merito grazie ad un primo tempo che ci ha visto in netta crescita. Poi nella ripresa è ovvio che sulla loro pressione ci siamo tirati indietro sfiorando con De Gasperis il gol del raddoppio. Ringrazio la società per avermi rinnovato la fiducia nonostante un inizio di campionato non certo fortunato sul piano dei risultati. Le prime partite sono sempre una grande incognita. Dalla gara con l’Empolitana da noi persa in casa a questa vinta con il Civitavecchia sotto l’aspetto del gioco le differenze non sono state tante. Magari gli episodi allora ci hanno condannato e in questo caso ci hanno premiato. Son tre punti fondamentali perché ci permettono di lasciare la coda e di proporci per una posizione di classifica migliore. La tenuta della difesa sulle due fasce ha permesso di mantenere per la prima volta nel corso di questa stagione la porta inviolata. E’ importante per il morale e per questo ringrazio tutti i ragazzi per la prestazione offerta”.
Il centrocampista Mirko Laurentini è scuro in volto e non certo per il risultato quanto piuttosto per la caviglia che non gli permette di dare il suo contributo come vorrebbe: “E’ stata una vittoria importante. Abbiamo rischiato poco e condotto una gara intelligente. Purtroppo sono dovuto uscire dal campo per un guaio alla caviglia che mi tormenta da più di una settimana. Spero di guarire presto per dare una mano a questa squadra. Ripartiamo da oggi”.
Anche il giovane attaccante De La Vallee è parzialmente felice e spiega il perché: “Sono molto soddisfatto della vittoria della squadra, è il primo successo che otteniamo e questo è per noi fondamentale ma non sono soddisfatto del mio rendimento. Dite che ho giocato bene? Si, oggi sono andato meglio ma io so che posso fare di più ma in questo momento mi manca un pizzico di sicurezza e di autostima. C’è tempo per migliorare e per ritrovare la sicurezza giusta”.
Amareggiato il tecnico del Civitavecchia: “Abbiamo più di un motivo per lamentarci ma la gara è ormai passata e ora voglio salutare solo i miei amici Prosperi, Sgherri e Laurentini”. Anche il baby del Città di Monterotondo Trovarelli festeggia, il suo esordio in prima squadra e la buona prestazione: “Il mister mi aveva spiegato che dovevo lavorare sulla fascia sia in attacco che in fase di ripiegamento. Credo di avere fatto bene. Il mio litigio con i tifosi del Civitavecchia? Ho sbagliato a rispondere, chiedo scusa al mister e ai miei compagni”. Infine ecco il migliore in campo oltre a Cavallaro autore del gol, il difensore centrale Milazzo: “Abbiamo sofferto ma alla fine abbiamo vinto ed è questo quello che più conta. Era una gara difficile per noi, assenze importanti, la classifica non brillante. Ma lottando e gettandoci il cuore abbiamo ottenuto tre punti pesanti”. Milazzo parla anche di meteorologia: “Cosa è cambiato rispetto alla sconfitta patita nella giornata di esordio in casa? Abbiamo quasi sempre giocato con la pioggia e oggi (domenica scorsa, ndr)invece c’è stato un bel sole. Quindi è col sole che abbiamo vinto”.         

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - "3x3 Black Jesus", i fuoriclasse del basket al playground Alcyone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.