Vicovaro – Crilesi dice addio al “MoVimento 5 Stelle” e avvia un percorso con “Partecipazione Attiva”

Stando alle dichiarazioni dello stesso Crielesi, la decisione è maturata negli ultimi mesi come conseguenza di molteplici fattori

Dopo aver preso le distanze dalla decisione di entrare nel Governo Draghi prima e nella Giunta regionale del Lazio poi, Guerrino Crielesi ha inoltrato stamane le dimissioni dal neo-partito “MoVimento 5 Stelle”. La decisione sarebbe maturata negli ultimi mesi a causa di molteplici fattori, tra i quali: le modalità, prive di partecipazione e trasparenza, con le quali è stata attuata la redazione del nuovo Statuto e la trasformazione radicale del MoVimento 5 Stelle, assai lontane da quei principi ispiratori che hanno reso il MoVimento originario una speranza reale di cambiamento e  l’aver cancellato, il percorso condiviso portato avanti dalla base durante gli stati generali.

In aggiunta, lo stesso Crielesi ha dichiarato che “gli aspetti innanzi citati, unitamente ai “principi fondanti” smantellati da questa rivisitazione partitica del MoVimento, unitamente ai “principi fondanti” smantellati da questa rivisitazione partitica del MoVimento, quali la visione postideologica, il limite dei due mandati, il no alle alleanze strutturali, l’orizzontalità, per citarne alcuni non mi consentono di aderire al nuovo percorso intrapreso da quello che a tutti gli effetti è un nuovo partito politico, rappresenta il neo Portavoce di Partecipazione Attiva”.

LEGGI ANCHE  Valle dell'Aniene, 10 milioni di euro dal Pnrr

Partecipazione Attiva si rivolge ai milioni di italiani che non si sentono rappresentati e a tutti coloro che non riescono a far sentire la propria voce. Dare nuove prospettive di cambiamento a chi non ha più speranza o fiducia, per noi è un dovere civico. Ringrazio gli attivisti e i portavoce che con il loro impegno hanno reso possibile la nascita di questo nuovo percorso.

In conclusione il Portavoce di Partecipazione Attiva ha dichiarato: “Il lavoro di controllo dell’operato dell’Amministrazione di Vicovaro continuerà come è avvenuto finora, esaminando minuziosamente e oggettivamente gli atti amministrativi, nel pieno rispetto del mandato ricevuto dai cittadini e sulla base degli stessi principi per i quali gli stessi ci hanno sostenuto.”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s