GUIDONIA “Partita del Cuore”, con Fabrizio Moro vince la Solidarietà per Raffy

L'artista di Setteville presente all’iniziativa per raccogliere i fondi necessari a far operare negli Usa la 15enne affetta da cardiopatia congenita

Un pomeriggio di Sport e Solidarietà a Guidonia Montecelio, una di quelle giornate da ricordare per come la comunità riesce a fare fronte comune per un’iniziativa benefica.

La rappresentativa dell’amministrazione comunale di Guidonia Montecelio

La rappresentativa delle associazioni di Guidonia Montecelio

Così ieri, sabato 11, maggio allo stadio Ocres Moca di Villalba di Guidonia si è svolta la “Partita del Cuore”,  l’iniziativa di solidarietà promossa dall’amministrazione comunale di Guidonia Montecelio nell’ambito della campagna “Regala un Battito d’amore a Raffy”, la raccolta fondi per sostenere Raffaela, 15 anni, studentessa del Liceo Scientifico, affetta dalla nascita da una cardiopatia congenita complessa la cui unica speranza di guarigione è rappresentato da un intervento cardiochirurgico economicamente molto impegnativo negli USA.

LEGGI ANCHE  Elezioni comunali, a Tivoli l’affluenza più bassa

Nel pomeriggio sono scese in campo le squadre giovanili di “VILLALBA OCRES MOCA 1952”, “NOVA 7”, “ATTILIO FERRARIS VILLANOVA”, “COLLEFIORITO”, “SETTEVILLE CASEROSSE” e “GUIDONIA” sfidandosi in un torneo amichevole di Calcio a 7.

Il cantante Fabrizio Moro abbraccia Raffaela e i genitori della 15enne affetta da cardiopatia congenita complessa

Alle 20 si sono affrontate le rappresentative dell’Amministrazione comunale di Guidonia Montecelio e delle Associazioni del territorio: a dare il calcio d’inizio all’incontro sono state Raffaela e Fabrizio Moro, il noto cantante e regista di Setteville di Guidonia.

Una partecipazione apprezzatissima da parte del sindaco di Guidonia Montecelio Mauro Lombardo, presente all’evento, ma soprattutto dalla famiglia della 15enne e dai numerosi fan accorsi allo stadio per una foto ricordo con l’artista.

LEGGI ANCHE  Ferramenta distrutta dalle fiamme, paura all'alba

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.