Il miglior pasticcere del mondo è un romano (d’adozione)

Giuseppe Amato è stato scelto tra 188 partecipanti provenienti da 23 nazioni

Si chiama Giuseppe Amato, 40 anni, di cui 17 da pastry chef del ristorante tre stelle Michelin La Pergola dell’Hotel Cavalieri Hilton di Roma il miglior pasticcere del mondo. A incoronare lo chef dei dessert – origini siciliane e  romano di adozione – è stata l’Association des Grandes Tables du Monde che gli ha consegnato il premio come “Meilleur Patissier 2021. “una grande emozione, ma resterò sempre un pasticcere”, ha commentato Amato, “Non riesco ancora a crederci e non so se riuscirò mai. Stavo preparando del cioccolato a La Pergola…È stato lo chef Beck, che ha creduto in me fin dal primo momento e continua a farlo, a chiamarmi al cellulare per informarmi che avevo vinto il titolo di migliore pasticcere del mondo e per complimentarsi. Io non ho compreso subito, poi mi son dato un colpetto sul viso con le mani sporche di cacao per accertarmi che non stessi sognando. Diciamo che ho accolto la bella notizia con un tocco in tema”. E’ stato scelto tra 188 partecipanti provenienti da 23 nazioni. Amato ha cominciato a lavorare a 9 anni come cameriere. “Mi faceva stare bene”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Il carnevale slitta a maggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *