La sala vaccini a Villa Dante, la struttura del Gruppo Ini attivata il primo maggio

Covid, Vaia: “No quarta e quinta dose, serve un richiamo annuale”

L'appello del direttore dello Spallanzani di Roma

No quarta e quinta dose, serve un richiamo annuale. A lanciare l’appello il direttore dell’Inmi Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, ospite di ‘Non stop News’ in onda su Rtl 102.5. “Adesso tutti abbiamo imparato questo”, ha detto Vaia, “il virus, questo come altro, varia e varierà, per cui faremo un vaccino annuale. Bisogna imporre alle cause farmaceutiche, faccio di nuovo mio l’appello della Von der Leyen che ha detto che bisogna aggiornare i vaccini. Non quarta e quinta dose ma una dose di richiamo annuale e il presidente Draghi prenda un po’ di coraggio: faccia finire questa emergenza e facciamo un vaccino annuale”.
“È molto grave fare annunci su quarta e quinta dose”  ha sottolineato il virologo, “Siamo più onesti e più corretti, dobbiamo dire due cose. Intanto dobbiamo guardare oltre e secondo me dobbiamo cominciare a pensare di uscire da questa emergenza dicendo che faremo, così come per l’influenza, un vaccino annuale, ma un vaccino che sia aggiornato con le varianti che mano a mano troveremo. Anche il virus influenzale varia: non abbiamo mai detto ‘facciamo un vaccino con la variante Y’”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  A24 - Strada dei Parchi verso il controllo Anas, ancora scontri sulla revoca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.