GUIDONIA – Ponte della Longarina, finalmente iniziano i lavori

Assegnati i due appalti da 141 mila e da un milione di euro per il consolidamento della struttura chiusa dal 31 ottobre 2019. Riapertura prevista per metà marzo

E’ chiuso da più di due anni perché la rampa traballava, ma il 2022 inizia con una buona notizia per i cittadini di Guidonia Montecelio. A quattro mesi dalle prossime elezioni comunali l’amministrazione giallo-rossa 5 Stelle-Pd del sindaco Michel Barbet è convinta di poter riaprire entro il mese di marzo il ponte di via della Longarina, la struttura viaria che collega viale Roma a Colle Fiorito con via Trento a Villalba. Una strada fondamentale per la viabilità cittadina, alternativa alla via Tiburtina.

Lunedì 27 dicembre il dirigente ai Lavori Pubblici del Comune di Guidonia Egidio Santamaria ha infatti assegnato l’appalto per il consolidamento della rampa di accesso al ponte alla ditta “Di Maulo Appalti e costruzioni srl” di Roma che ha presentato un’offerta di 133 mila 712 euro.

Si tratta del secondo affidamento del medesimo appalto in quanto già il 10 agosto 2021 lavori da 101 mila euro erano stati assegnati alla ditta “New Verde Srl” di Quarto (Napoli), che aveva rinunciato a gestire l’intervento a causa dei ritardi da parte del Comune di Guidonia Montecelio ad ottenere l’autorizzazione sismica dal Genio Civile.

Il capitolato speciale d’appalto prevede che l’impresa “Di Maulo Appalti e costruzioni srl” in un arco di tempo di 60 giorni completi l’intervento strutturale di consolidamento con l’installazione di una decina di micro-pali in entrambe le corsie di marcia, fino alla base del travertino più solido ad una profondità di oltre dieci metri.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Buoni Spesa, chi ne ha diritto e come richiederli

Il progetto prevede inoltre che, per arginare il fenomeno di rotazione al quale è sottoposto il cavalcavia sovrastante la linea ferroviaria Roma-Pescara, venga effettuato un intervento sui giunti tecnici attraverso l’installazione di legature con tiranti d’acciaio nella parte superiore, come le catene utilizzate per non far aprire gli edifici.

Vale la pena ricordare che via della Longarina a Guidonia era stata chiusa al traffico da giovedì sera 31 ottobre 2019 – Tiburno ne ha parlato qui – a seguito del sopralluogo da parte dei Vigili di Fuoco del Distaccamento di Villa Adriana che segnalarono “una vibrazione anomala lungo la rampa della strada nella corsia direzione via Roma”.

Tra novembre 2019 e dicembre 2020 l’amministrazione Barbet ha affidato un incarico da 3.996 euro a Francesco Chiaretti di Leonessa in provincia di Rieti per la redazione della relazione geologica, un incarico da 2.940 euro e 20 centesimi per le prove geologiche alla “Tecnolab Srl” di Santa Maria Capua Vetere in provincia di Caserta, mentre la progettazione dei lavori di consolidamento furono affidati alla “MTM Progetti” di Roma ad una cifra pari a 25 mila 376 euro.

LEGGI ANCHE  Monterotondo – “Emergenza cinghiali, Varone non pervenuto”

Perché il ponte della Longarina tremava? In poche parole, il terreno aveva ceduto in un punto e la struttura si era allargata per un dilatamento dell’acqua. Acqua che scorre in un fosso di raccolta adiacente alla linea ferroviaria e che nel corso degli anni ha inondato e danneggiato anche alcune abitazioni presenti all’inizio di via della Longarina, accedendo da via Trento a Villalba. In tal senso il Comune di Guidonia a settembre 2020 ha richiesto e ottenuto dal Ministero degli Interni un finanziamento da un milione di euro per un intervento urgente di manutenzione straordinaria e adeguamento sismico.

Martedì 5 gennaio sono state aperte le buste con le offerte delle ditte partecipanti alla gara per l’aggiudicazione di un appalto che prevede innanzitutto la manutenzione del fosso di raccolta delle acque piovane, oltre al rifacimento dell’asfalto nel tratto compreso dalla rotatoria di viale Roma a Colle Fiorito a quella di via Trento a Villalba, oltre alla segnaletica orizzontale e verticale, illuminazione pubblica, barriere e scoline. I lavori da un milione di euro avranno inizio presumibilmente a marzo, comunque subito dopo la conclusione delle opere di consolidamento e la riapertura del ponte, per cui la circolazione in via della Longarina sarà garantita a corsie alternate.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *