Turisti spaziali e (non per caso) miliardari

Terminata con successo la missione della SpaceX di Elon Musk

Democrazia dello Spazio

Si chiude con successo l’ultima missione della navicella Crew Dragon di Elon Musk con a bordo i primi quattro turisti spaziali che hanno viaggiato ad oltre 500 chilometri di distanza dalla Terra.

In perfetto orario e dopo tre giorni in orbita, l’equipaggio è ammarato al largo della Florida. Quattro grandi paracadute hanno accompagnato la discesa verso il mare, ammorbidendo l’impatto della capsula.

Dimostrare la possibile “democratizzazione” dello spazio era lo scopo della missione iniziata il 16 settembre scorso dalla base di Cape Canaveral e, per la verità, ancora solo alla portata di miliardari come Jared Isaacman.

Insieme agli altri tre “pionieri” spaziali, a 28 mila chilometri orari, ha fatto il giro del mondo più di quindici volte al giorno.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - "Nomentana Blues", va in TV il brano in semifinale al Roma Music Festival

La vostra missione, ha mostrato che lo spazio è per tutti”, ha comunicato Isaacman via radio. “E’ stato un bel viaggio per noi, ed è appena iniziato”.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *