Covid, Sileri: “Meglio comunicare solo i dati ospedalieri”

Per il sottosegretario bisogna cambiare le regole

Per il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri la pandemia “non è ancora finita ma il progressivo emergere della variante Omicron sulla Delta ne sta cambiando i connotati, rendendo opportuno un aggiustamento delle strategie”, ha spiegato a Rai Radio1. Aggiungendo che “la comunicazione dei dati deve essere aggiornata” e “la nuova fase dell’epidemia deve portarci entro breve a rivedere le regole soprattutto per la gestione degli ospedali”.
Sul fronte della comunicazione Sileri ha spiegato che “il semplice dato del numero dei contagiati in sé è ormai poco significativo in presenza di un virus diventato molto più contagioso, ma meno aggressivo, soprattutto con i vaccinati”. Mentre, ha aggiunto Sileri, ” è forse più importante sapere chi entra oggi in ospedale, qual è la sua età, quale il suo status vaccinale e le sue eventuali comorbilità: queste informazioni possono aiutarci a far capire meglio a chi ancora esita a vaccinarsi che il Covid non è diventato un’influenza”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA – Avis, raccolta sangue e visite mediche gratuite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *