Fiano Romano – La politica (da tempo) si fa sui social. I cittadini si dicono affaticati

Botta e risposta tra Sindaco e la consigliera, esponente del gruppo PD, su una interrogazione della minoranza

La politica (da tempo) si fa sui social network, questa non è più una notizia.
In particolare a Fiano Romano, dove la campagna elettorale per le amministrative di ottobre 2021 è stata contrassegnata da colpi di scena resi pubblici soprattutto attraverso Facebook e Instagram.

L’ultimo botta e risposta risale a pochi giorni fa. Il 15 gennaio la capogruppo di minoranza del PD ha denunciato di essere stata “pubblicamente messa alla gogna mediatica dal Sindaco” per aver svolto le sue funzioni di Consigliere Comunale.

Il 13 gennaio 2022, alle ore 14:37 Uliana Paladini, Consigliere di opposizione PD, ha inviato tramite i canali istituzionali una interrogazione a risposta scritta sul alcuni finanziamenti non richiesti dal Comune alla Regione Lazio, in particolare riferendosi a luoghi come il Castello Ducale Orsini, la Chiesa di santa Maria ad Pontem, e i locali che ospitano la biblioteca comunale. Due giorni dopo, alle ore 16:33, sulla sua pagina Facebook Paladini informava i cittadini di aver fatto formale interrogazione, lamentandosi di ver controllato la sua pec e di non aver ricevuto una “risposta scritta, come prevede la legge”, ma di averla ricevuta sulla pagina ufficiale di Facebook del sindaco. “La risposta scritta (che non mi è stata inviata)”, recita il post di Paladini, “porta la data del 21 gennaio 2022, il post è della stessa data alle ore 14:50. Non solo il Sindaco usa Facebook per rispondermi, ma sia nel post che nella risposta scritta, mi deride beffeggiandomi nel mio ruolo istituzionale, senza rispondere nel merito. Mentre la mia interrogazione è stata fatta nelle competenze di legge e nel pieno esercizio del mio ruolo la risposta beffarda del Sindaco viene affidata a una piattaforma social violando non solo la legge (vi ricordo che la risposta non mi è stata inviata) ma anche nel massimo disprezzo delle Istituzioni Repubblicane”. La consigliera ha anche informato Tiburno.tv, il 22 gennaio, che qualcuno avrebbe tentato di entrare nel suo account di Facebook.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Play-off, la Tivoli calcio promossa in serie D

La risposta social del primo cittadino di Fiano Romano specificava che il bando cui Paladini si riferiva “è stato pubblicato a giugno 2021 e prorogato fino a settembre dello stesso, per cui sia nella data di pubblicazione che nella data di scadenza del suddetto non ero ancora Sindaco di Fiano Romano.

L’assessore competente in materia era l’ex Assessore ai Lavori Pubblici Nicola Santarelli, nonché attuale capogruppo del Partito Democratico. Ricordo alla Consigliera Paladini che la campagna elettorale è finita. Il ruolo che ricopriamo è serio e va rispettato”. A questo testo allegava copia della risposta inviatale alla mail istituzionale del Comune.

A questo primo post, Santonastaso aggiungeva un commento, il 22 gennaio, in cui sollecitava Paladini a controllare il suo indirizzo di posta elettronica istituzionale, dove avrebbe trovato risposta alla sua interrogazione, specificando di averla inviata il 21 gennaio alle ore 14,23, all’incirca mezz’ora prima la pubblicazione del primo post, “in totale ossequio alla normativa vigente ed al rispetto istituzionale dovuto”.
A nostro modo di vedere spicca, tra tutti, il commento di una cittadina, apparentemente fianese, che compare su Facebook come Angelica Mallerita Milone. Questa, evidentemente stanca dei continui rimandi a post e documenti allegati nella conduzione della vita politica quotidiana del suo Comune, si limita a scrivere una riga che recita: “Io davvero comincio a far fatica… Tra tutti voi dico”.
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *