Regione, Cinema: 70 milioni per le coproduzioni internazionali

Ecco il nuovo bando “Lazio Cinema International”

Presentata la nuova edizione di “Lazio Cinema International”, bando regionale che in 7 anni ha già sostenuto 154 pellicole di successo coinvolgendo 220 case di produzione straniere. Per le coproduzioni internazionali made in Lazio, 70 milioni stanziati da qui al 2027, di cui 10 milioni per il 2022, per rilanciare un comparto che vede il Lazio leader in Italia per produzione, numero di imprese e di addetti. Oltre a incentivare il settore, questa misura ha l’obiettivo di promuovere le bellezze dei nostri territori, il turismo e le mete regionali attraverso le ambientazioni di lungometraggi, fiction, documentari e film di animazione, distribuiti in tutto il mondo.

Tra le novità anche il sito LAZIOTERRADICINEMA.IT con le informazioni per conoscere le attività, le location e i protagonisti del mondo del cinema e dell’audiovisivo

La Regione Lazio ha presentato ieri mattina a Roma, presso WEGIL, il nuovo bando “Lazio Cinema International” e il piano delle attività a supporto del cinema e dell’audiovisivo. Hanno partecipato all’evento, tra gli altri, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti; il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri; l’Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione della Regione Lazio, Paolo Orneli; la Responsabile dell’Ufficio Cinema – ABC Regione Lazio, Giovanna Pugliese.

“In questi anni abbiamo dimostrato con i fatti di credere nel cinema come parte fondamentale della nostra cultura e identità e come elemento indispensabile per la vita del nostro territorio – ha detto il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – Nonostante il brusco stop dovuto alla pandemia e ora anche alla guerra in Ucraina, sappiamo che il nostro cinema, il cinema italiano, è vivo ed è pronto ad affrontare nuove sfide, anche a livello internazionale”.

“Come Regione dal 2013 abbiamo investito oltre 150 milioni di euro a sostegno del mondo del cinema e dell’audiovisivo, diventando punto di riferimento per un settore in costante crescita e con enormi potenzialità – ha aggiunto Zingaretti – E anche in questa fase di difficoltà, stiamo continuando a sostenere il comparto e le imprese, confermandoci come la Regione che investe di più: quasi 30 milioni di euro. Inoltre, abbiamo costituito un “Ufficio cinema”, con la doppia missione di essere punto di riferimento e armonizzare, seguendo un’unica strategia, tutte le diverse azioni che riguardano il settore. Vogliamo esserci dal momento in cui nasce l’idea di un film fino a quando il film arriva nelle sale. E infine il cinema rappresenta uno dei target di investimento della programmazione europea 2021/2027. Tra gli investimenti già previsti, c’è quello importantissimo di Lazio Cinema International con 70 milioni di euro nei prossimi 7 anni, oltre al nuovo Bando cinema da 9 milioni di euro che stiamo per presentare. Insomma, il Lazio c’è e vuole dare spettacolo”.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Strisce blu, il sindaco annuncia grandi risparmi per i cittadini

Con “Lazio Cinema International”, misura gestita da Lazio Innova, dal 2016 la Regione ha stanziato, con i fondi europei POR FESR, 60,6 milioni di euro su sette Bandi.

I numeri straordinari ottenuti da questo programma rappresentano il grande impegno della Regione Lazio verso il settore cinema e audiovisivo: 154 le opere finanziate, realizzate da 220 imprese di produzione in rappresentanza di 33 paesi esteri. Ben 322 i premi che le pellicole finanziate hanno ricevuto in prestigiosi festival nazionali e internazionali e 411 le nomination.

Nell’edizione 2022 del “David di Donatello” sono stati 28 i film in concorso cofinanziati da “Lazio Cinema International”, 8 dei quali ammessi in finale, 28 le nomination e 9 le statuette vinte.

Anche nella nuova Programmazione la Regione Lazio sostiene questa misura: sono 70 i milioni complessivi stanziati fino al 2027.

Per il 2022 sono 10 i milioni divisi in due finestre da 5 milioni ciascuna.

Il bando finanzia PMI, singole o in aggregazione, già iscritte al Registro delle Imprese o a un registro equivalente in uno Stato membro dell’Unione europea, che siano produttori indipendenti in ambito di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi.

Obiettivo di “Lazio Cinema International” è sostenere gli investimenti in Coproduzioni audiovisive che prevedano la compartecipazione dell’industria del Lazio con quella estera, la distribuzione di carattere internazionale dei prodotti e la realizzazione di opere che diano maggiore visibilità internazionale alle destinazioni turistiche del Lazio.

Il Contributo è a fondo perduto, commisurato alle spese ritenute ammissibili, che i beneficiari hanno sostenuto per realizzare l’opera coprodotta.

La prima finestra partirà a breve e tutte le informazioni saranno disponibili su lazioeuropa.it.

Le produzioni straniere hanno molto apprezzato questa opportunità offerta dal Lazio, portando registi attori e troupe internazionali nel nostro territorio.

Un esempio è il film “Love Wedding Repeat”, titolo che in Italia non dice molto. Prodotto dalla nostra Notorious Pictures insieme alla londinese Tempo Productions, è stato girato completamente nella splendida e ricercata Villa Parisi di Monteporzio Catone e ha ottenuto un clamoroso successo nell’aprile dello scorso anno.

LEGGI ANCHE  Maltempo, week end coi temporali

Un altro grande spot per il fascino suggestivo di Roma è il recentissimo “The italian recipe”, coproduzione con Cina e Germania che unisce Europa e Oriente in una sorta di “Vacanze romane” del XXI secolo. Il film, distribuito da HY Media su 9.000 schermi in Cina, nasce dalla sceneggiatura originale dello scrittore e regista Alberto Simone “La Ricetta Italiana”, adattata per il mercato cinese dalla giovane e talentuosa regista Zuxin Hou; coprodotto dalla Orisa Film di Cristiano Bortone e da Dauphine Film Company di Alberto Simone e Roberta Manfredi, in partnership con Kaixin Mahua (Fun Age Pictures), una tra le più importanti Comedy House cinesi, con WD Pictures e con la tedesca Lightburst Pictures.

Due esempi di come distribuzione internazionale e promozione turistica all’estero facciano dell’investimento pubblico sul cinema uno strumento molto utile e redditizio.

Ma soprattutto nei più importanti Festival Internazionali tra cui Cannes, Berlino, Venezia e Roma sono sempre stati presenti i film finanziati da Lazio Cinema International con molti premi e importanti riconoscimenti.

Il Lazio è, dunque, la terra di cinema e audiovisivo: leader in Italia per produzione, numero di imprese e di addetti ed è la seconda regione europea per investimenti a favore del settore.

Tra le vari azioni di sostegno, nella strategia di comunicazione unitaria per rafforzare l’immagine e mettere a sistema tutte le strutture della Regione che si dedicano al cinema, è stato presentato oggi il nuovo sito lazioterradicinema.it: “hub on line” e punto unico di accesso per avere informazioni e conoscere le attività, le location e i protagonisti del mondo del cinema e dell’audiovisivo.

“In questi anni, grazie all’impegno del Presidente Zingaretti, la Regione Lazio ha fatto tanto per il cinema e l’audiovisivo. Oggi – dichiara Giovanna Pugliese, responsabile della struttura Cinema del Presidente – la nostra sfida è di mettere a sistema tutte le realtà regionali per rafforzare il settore e renderlo sempre più competitivo. Su questa spinta nasce lazioterradicinema.it, hub on line che vuole essere punto di riferimento, di raccordo e di racconto per il mondo del cinema. Il sito rispecchia la nostra idea di cinema con uno sguardo particolare al rafforzamento economico del settore e alla formazione delle giovani generazioni.”

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.