TIVOLI – “L’Asl paga il Master di una dipendente”, il sindacato denuncia

La dirigente Fials al Direttore generale: “Violato il Regolamento e il principio di equità”

L’obiettivo dichiarato è quello di garantire il buon funzionamento degli Uffici e di consentire al personale dipendente di avere una sempre adeguata preparazione.

Così la Asl Roma 5 ha pensato di investire 2.630 euro per un bel corso di formazione per una sua dipendente a spese dei contribuenti.

Tutto bello, se non fosse espressamente vietato dai Regolamenti.

Per questo lunedì 18 dicembre il Segretario territoriale della Fials Asl Roma 5 Laura Mosticchio ha richiesto al Direttore generale dell’Azienda sanitaria locale di Tivoli Giorgio Giulio Santonocito di annullare l’autorizzazione all’iscrizione della dipendente al Master part-time certificato in “Appalti Pubblici – Pnnr e riforme di sistema: le novità del nuovo codice” svolto in modalità live streaming da “24 Ore Business School”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Nonna Vittoria compie 100 anni: “La mia festa come un cinematografo”

Nella nota, trasmessa per conoscenza anche al Dipartimento della Funzione Pubblica e all’Ispettorato per la Funzione Pubblica, oltre che ad Andrea Urbani della Direzione Regionale Salute e Integrazione Socio-Sanitaria, Laura Mosticchio richiede l’annullamento della delibera numero 2190CLICCA E LEGGI LA DELIBERA – con la quale lo scorso giovedì 7 dicembre il manager Santonocito ha deciso di pagare il Master alla dipendente E. D. F., avendo il diploma di Laurea in Giurisprudenza requisito formale per l’ammissione.

Il motivo della richiesta di revoca?

“Non soddisfa – scrive la dirigente Fials nella nota al Dg Santonocito – per motivi di equità, correttezza e nel rispetto del principio di economicità aziendale quanto riportato nel Regolamento del Comitato tecnico scientifico così come modificato con la delibera numero 1248 del 17 dicembre 2013”.

Laura Mosticchio cita anche il testo del Regolamento modificato durante la gestione dell’allora Direttore Generale della Asl Giuseppe Caroli.

LEGGI ANCHE  SAN POLO DEI CAVALIERI - Città turistica, sosta vietata per più di 2 ore in Centro

“Non sarà possibile in ogni caso autorizzare la partecipazione alla formazione esterna con oneri a carico dell’Azienda nei seguenti casi:

1. Formazione di base: alfabetizzazione linguistica e informatica;

2. Formazione universitaria e post-universitaria;

3. Master.

Il contributo autorizzato, sia per il personale del Comparto che per quello della Dirigenza, non potrà in ogni caso superare il massimale di euro 500”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.