Subiaco – Ospedale tra disagi ed emergenze, il Comitato chiede l’intervento del nuovo direttore della Asl

E’ un appello al nuovo direttore generale della Asl RmG, Giuseppe Caroli, quello lanciato dal Comitato per la Difesa dell’ospedale “Angelucci” di Subiaco, affinché si esca dall’ambiguità sul futuro del nosocomio, sempre più in balìa di un progressivo ridimensionamento.
“E’ necessario – è stato sostenuto in un documento – che il nostro ospedale non sia ulteriormente penalizzato e vengano evitati altri trasferimenti di personale medico e infermieristico in altre strutture, con l’impossibilità di assicurare una corretta assistenza ai malati”.
Nell’appello al direttore Caroli, che dal 3 febbraio scorso ha preso il posto di Nazareno Brizioli a seguito della nomina da parte della Regione Lazio dei nuovi dirigenti delle Asl, il Comitato pro ospedale è tornato, in particolare, a segnalare che la Tac è rotta da tre mesi, i macchinari di Radiologia sono soggetti a frequenti guasti, mentre in Medicina la carenza di personale provoca la riduzione di posti letto ed al Pronto Soccorso c’è il rischio che un solo medico non riesca più a salvaguardare livelli minimi di assistenza per i 32 posti letto del nosocomio.
Un incontro urgente è stato, pertanto, chiesto dal Comitato al direttore Caroli “allo scopo – è stato spiegato – di ribadire le necessità sanitarie degli oltre 40 mila abitanti nel territorio della Valle dell’Aniene”.

Fabrizio Lollobrigida

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Esce da casa all’alba e scompare, chi ha visto Alessandro Croce?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.