Ponte di Nona – Tentata rapina in banca: direttore come scudo umano per tentare la fuga

Tentata rapina in banca, mercoledì 16 luglio, a Ponte di Nona, in via Francesco Caltagirone. Le intenzioni dei malviventi sono state recepite prima ancora del loro ingresso all’istituto bancario da un poliziotto libero dal servizio, a cui è bastato osservare i modi e il loro aspetto: a bordo di un scooter potente, a forte velocità, e con indosso delle parrucche per camuffarsi.

L’agente, in forza al Reparto volanti, ha coinvolto nel pedinamento dello scooter il fratello, di professione guardia giurata, per sorvegliare le intenzioni dei due uomini.
Giunti davanti all’agenzia della Banca Intesa, lo scooter si è fermato ed i passeggeri, lasciando il motore acceso, sono entrati.
Tutto ciò ha dato al poliziotto la conferma di trovarsi davanti a dei rapinatori ed ha avvertito subito il “113”, descrivendo gli uomini e quanto stava accadendo.
Dalla vetrata della banca si vedeva chiaramente il rapinatore con una vistosa parrucca bionda che affrontava una cassiera facendosi consegnare il denaro della cassa.
Accortisi forse di essere spiati, per uscire dall’istituto i due si sono fatti scudo del direttore per convincere i dipendenti a sbloccare le uscite.
Il poliziotto, nonostante fosse disarmato, con l’aiuto del fratello, ha scelto proprio il momento dell’uscita dalla banca per intervenire e sorprendere i due rapinatori, liberando il direttore.
Durante la colluttazione uno dei due malviventi è riuscito a divincolarsi sfilandosi la giacca per la quale era stato afferrato ed a fuggire, mentre l’altro è stato bloccato ed accompagnato negli uffici del Commissariato Casilino, dove è stato arrestato per rapina.

Il “bottino” della rapina è stato ritrovato, parte all’interno delle tasche del rapinatore arrestato, mentre il resto era della giacca persa dal rapinatore con la parrucca bionda che, identificato, è attuamente ricercato.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI – Orti urbani e Ciclabile nel parco, i residenti stoppano i lavori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.