Roma Est – Emergenza scuole, aprono due nidi a settembre ma è caos per la materna di Lunghezzina

Crocco e Montagano aprono ma in convenzione

Una sorte migliore sembrerebbe spettare ai due plessi di Nuova Ponte di Nona e Villaggio Prenestino. Entrambe le strutture, la prima da 64 posti e la seconda da 72, potrebbero aprire a settembre 2015. “Sono quasi del tutto completate – continua a spiegare il dipartimento –. Bisogna solo controllare che tutti gli allacci richiesti come gas, acqua e luce, siano stati effettuati”. Ma non saranno strutture comunali. “Il comune non possiede le risorse necessarie. Ogni bambino costerebbe intorno ai 1300 euro, mentre in concessione si parla di 500 euro”. Con le rette che dovrebbe rimasere con una tariffa pari alle strutture pubbliche.

 

Scuola via Lunghezzina: abbandonata da quattro anni e senza entrata

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Centri Anziani, gemellaggio con Gualdo Cattaneo
ScuolaViaLunghezzina2 ScuolaViaLunghezzina

L’assurda storia del plesso di via di Lunghezzina ha inizio quattro anni fa. “Inizialmente il lotto su cui dovevano costruire la scuola era un altro, ma all’ultimo si è deciso di spostarlo – spiegano dal dipartimento Simu –. Non sappiamo chi e perché ha deciso così”. Una decisione che, forse, minaccerà l’apertura della scuola: “Non è stato studiato un progetto di accesso alla struttura”, spiegano. L’opzione che resta al comune sembrerebbe quella di trattare con un privato, proprietario dell’area che affaccia su via Cesare Saldini, al lato dell’edificio, per farsi rilasciare un pezzo di terreno di circa tre metri per l’entrata pedonale. Ma per i mezzi, sia privati che pubblici, non sembrerebbe esserci nessuna soluzione. “Andremo a fondo e scopriremo i responsabili di questa situazione”, promette l’amministrazione. La scuola, che potrebbe accogliere circa 75 bambini, negli ultimi anni è stata abbandonata al degrado ed al vandalismo. E forse non vedrà mai la luce.

l.l.g.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.