MENTANA – Dopo le dimissioni di Rendini, in consiglio entra Lorelaide Mercante

Si era candidata nelle fila del Partito Democratico, ma l'altro giorno si è dichairata indipendente

Lorelaide Mercante è stata candidata nel Pd a sostegno di Maria Rendini cinque anni fa. Cinquantatré anni, residente a Mentana, gestisce un residence per anziani a Monterotondo.
Lorelaide, come è andato il suo primo consiglio comunale?
Molto bene. Devo dire che non sapevo se accettare, perché ormai sono passati 5 anni da quella candidatura e la mia vita è cambiata molto. Ho molto da fare con la casa alloggio che gestisco a Monterotondo. Però una volta seduta in consiglio comunale è stato molto bello votare cose di interesse dei cittadini e ho deciso di godermi fino in fondo quest’esperienza per i pochi mesi che mancano.
Lei è stata eletta nelle fila del Pd, ma si è dichiarata indipendente. Come mai?
Cinque anni fa ho deciso di appoggiare Maria Rendini, perché è una persona che stimo e in più speravo in un sindaco donna finalmente per Mentana. Io però non sono di sinistra. Ora però credo sia giusto partecipare ai consigli di questi mesi votando ciò che ritengo più giusto per i cittadini, di volta in volta. Non sarà facile studiare tutte le delibere, ma ce la sto mettendo tutta.
Chi sono i suoi punti di riferimento?
Se devo chiedere un consiglio per quel che riguarda la politica, mio cugino Marco Mercante che è stato presidente del consiglio comunale a Fonte Nuova. Infatti in consiglio comunale a Mentana siedo con la formazione “Secondo noi” che ha fondato lui anche su Guidonia. In generale come imprenditore un punto di riferimento è Silvio Berlusconi.
Cosa le piacerebbe vedere fatto a Mentana?
Qualcosa per i giovani. Purtroppo sono costretti ad andare a Monterotondo o Roma per i servizi, le scuole e per divertimento. Servono delle attrattive.
Poi servirebbe un potenziamento degli uffici postali e un sportello per il collocamento, perché il lavoro è uno dei problemi principali.
Si candiderà alle prossime elezioni?
Non lo so. A Monterotondo sto cercando di realizzare un piccolo villaggio per malati di alzheimer vicino alla mia struttura e quindi sono piena di lavoro. Comunque mai dire mai.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Guidonia, Bertucci: “Parchi, lotta alla povertà, vicinanza alle famiglie e sostenibilità: così cambieremo Guidonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *