Proteste in piazza per dire no al Green pass

Contro l'obbligo manifestazioni in tutta Italia

“Dittatura”

Le piazze d’Italia si sono riempite nel fine settimana di migliaia di persone per dire no al Green pass. Attraverso un tam-tam su social e canali Telegram hanno protestato contro quella che senza mezzi termini definiscono una vera e propria “dittatura”.

I raduni ed i cortei, da Roma a Torino, da Milano a Cagliari, hanno visto protagonisti pensionati, artigiani, lavoratori dipendenti e anche alcuni ristoratori preoccupati per le ricadute economiche che l’obbligo del certificato verde potrebbe avere a partire dal prossimo 6 agosto.

Foto di Mario Draghi con i baffetti alla Hitler sono state esibite a Milano e Torino, dove l’urlo che ha raccolto i maggiori consensi è stato “Norimberga Norimberga” con riferimento ai processi ai gerarchi dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Poi stelle di David con la scritta “non vaccinati = ebrei” e cartelli con le svastiche. I dimostranti di Cagliari hanno srotolato uno striscione che paragonava il Green pass all’Ahnenpass, il passaporto ariano introdotto in Germania nel 1933.

LEGGI ANCHE  Mattarella: "Non si invochi la libertà per sottrarsi alla vaccinazione"

A Roma si sono vissuti attimi di tensione sfociati in disordini con le forze dell’ordine intervenute anche con i mezzi blindati per disperdere i manifestanti che volevano raggiungere i Palazzi del potere.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *