CASTEL MADAMA – Acqua arancione, scarichi nel fosso Empiglione

Indagine dei Carabinieri Forestali sul corso d’acqua: cosa ci hanno buttato? Prelievi di Arpa Lazio

A notare che avevano cambiato colore è stato un passante, le acque erano diventate misteriosamente arancioni. E’ iniziata così l’indagine dei Carabinieri Forestali di Ciciliano sugli scarichi all’interno del Fosso dell’Empiglione, il corso d’acqua che scorre tra Castel Madama e Tivoli parallelo alla via Empolitana e confluisce nel fiume Aniene.
Indagine iniziata nel primo pomeriggio di giovedì scorso 16 settembre, quando un cittadino ha segnalato il caso e i militari sono immediatamente intervenuti sotto al cavalcavia dell’autostrada Roma-L’Aquila.
In quel tratto l’acqua è risultata invasa di sostanze in sospensione, per questo i Forestali hanno allertato il numero d’emergenza di Arpa Lazio che ha effettuato i prelievi del casoper verificare le concentrazioni inquinante.
Vale la pena ricordare che alcune aziende della zona sono autorizzate dalla Città Metropolitana di Roma a liberare le acque di depurazione nel fosso dell’Empiglione ma entro parametri stabiliti.
Le indagini sono in corso e in attesa del responso delle analisi delle acque arancioni.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Vicovaro piange la morte del maestro del paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *