Asl, sospesa l’operazione di recupero ticket

Nessun pagamento (per ora)

Bloccata l’operazione di recupero dei ticket sanitari non pagati. Ad annunciarlo la Regione.  “SI informa” riporta una nota, “che alcuni cittadini stanno ricevendo, dalla propria Asl di appartenenza, una comunicazione inviata con raccomandata A/R relativa al recupero del ticket. Data l’emergenza sanitaria in corso è stato sospeso il recupero dei ticket sanitari non corrisposti per errate o inappropriate attestazioni di esenzione per reddito, relative alle prestazioni specialistiche e farmaceutiche degli anni 2011-2018 (come previsto dal DCA U00094 del 5 marzo 2019)”.

I cittadini, dunque, al momento non dovranno eseguire pagamenti o presentare opposizioni. La comunicazione ricevuta ha lo scopo di interrompere i termini di prescrizione (ex art. 2946 del Codice civile), cioè i termini entro cui la ASL può procedere alla richiesta degli importi da recuperare, specificano dalla Regione.

LEGGI ANCHE  La Regione Lazio revoca fondi a imprese inadempienti

Al termine dello stato di emergenza pandemico sarà inviata un’ulteriore comunicazione con le modalità di pagamento.
Per chiarimenti, si invita contattare l’ASL di appartenenza. E’ possibile consultare il dettaglio delle prestazioni e i corrispettivi dovuti nella pagina Servizi on line al cittadino (accessibile tramite SPID).

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s