rincaro prezzi

Cibo: mai così caro oggi rispetto agli ultimi undici anni

Lo rileva l’andamento dei prezzi delle materie prime alimentari secondo il Fao Food Price Index

Negli ultimi undici anni il cibo non ha mai avuto un costo così alto come in questa ultima parte del 2021. Lo dice il Fao Food Price Index, che misura per le Nazioni Unite l’andamento dei prezzi delle materie prime alimentari che negli ultimi mesi è salito di un bel po’, a ottobre ha raggiunto i 133,2 punti, il 3% più da settembre, addirittura il 17% in più se ci si riferisce a gennaio e il 31,3% in più nel confronto con ottobre 2020.

Ma non è tutto: la Fao registra che negli ultimi mesi le quotazioni della carne sono lievitate del 22,1%, quelle dei latticini del 15,5%, quelle dei cereali del 22,4%. Mentre lo zucchero è cresciuto del 40,6% e gli oli vegetali hanno superato la soglia del 73%. E il grano? Il suo prezzo è salito del 38,3%. Al momento, nel nostro paese, i rincari a livello di carrello della spesa sono relativamente contenuti, nonostante l’inflazione, e si mantengono attorno al +1,3% dall’inizio dell’anno. Però scendendo nel dettaglio, la pasta costa + 4,6%, il pesce + 3,1%, l’olio di semi +17,7%: non tantissimo d’accordo, ma la salita non accenna a diminuire. E tra gli italiani crescono gli acquisti nei discount, dove la spesa è meno pesante dal punto di vista economico, rispetto ai supermercati tradizioni dove evidentemente anche sconti e promozioni non sono di grande appeal.

LEGGI ANCHE  Centotrentuno percettori del reddito di cittadinanza in chiamata per andare a lavorare

 

 

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *