Rocca Santo Stefano, fanno esplodere il bancomat, salta anche l’aula del Consiglio comunale

I ladri hanno piazzato la carica allo sportello bancario e sono fuggiti col bottino

Caricano il bancomat con dell’esplosivo per rubare gli incassi, salta anche l’aula consiliare. E’ successo nelle notte tra mercoledì e giovedì a Rocca Santo Stefano nell’alta Valle dell’Aniene. Alle 3,33 un forte boato è risuonato in paese. Dei ladri avevano assaltato il bancomat della Bcc di Bellegra ed era fuggiti via con i soldi depositati. La deflagrazione, però, ha danneggiato anche un’ala del palazzo comunale e in particolare l’aula del consiglio comunale provocando gravi danni alle mura e agli arredi. “Ho provato tanta amarezza davanti a un gesto così grave”, ha detto il sindaco Sandro Runieri, “Insieme al Capitano dei Carabinieri della Compagnia di Subiaco ed ai suoi uomini, al Direttore e al Presidente della Bcc non abbiamo potuto far altro che constatare la distruzione prodotta dall’esplosione”.
“Rabbia, amarezza, dispiacere e delusione per il gesto che indirettamente colpisce l’aula del Consiglio comunale, l’aula che ha deciso nel tempo quello che siamo oggi, quello che Rocca è oggi nel bene e nel male”, ha aggiunto il sindaco,  “L’aula dove si sono seduti tanti Sindaci e tanti consiglieri. L’aula che è stata luogo di incontro e confronto con i cittadini, l’aula di tante iniziative. E’ stato inferto un duro colpo alla nostra comunità e ai suoi sigilli. Tutto è andato distrutto, porte, finestre, lo scranno, banchi, sedie, il gonfalone, le bandiere e perfino quel Gesù che assisteva ad ogni nostro incontro. Ci attiveremo immediatamente per restituirla presto alla cittadinanza migliore di prima anche se nessuno potrà mai guarirne la ferita”, ha promesso il Runieri.
Si ipotizza che si tratti di una banda di professionisti. In genere i colpi con esplosivo non vanno in porto.
Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - "Terre di Otium": entro la primavera sarà pronto l’hub di coworking turistico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.