In Italia due milioni settecentomila positivi

Centottantamila nuovi casi al giorno stabili da una settimana

Almeno la curva in salita si è appiattita ma le previsioni sono ancora difficili da fare. Ad ammetterlo è anche la fondazione Gimbe che nel bollettino, volutamente emesso una volta a settimana, si affida all’efficacia del vaccino nei confronti della malattia grave. Sebbene ci siano ventimila persone ricoverate per Covid e millesettecento in terapia intensiva, si evidenzia un arresto, almeno nella curva prima in constante crescita.

Ma il problema resta l’impatto col sistema sanitario. L’occupazione degli ospedali per il Covid è prossima al 30% dell’area medica e al 20% in terapia intensiva. Sono dati che fanno automaticamente proclamare il nuovo regime nelle rispettive regioni dove si attestano.

LEGGI ANCHE  Fonte Nuova – Meme contro meme, la campagna elettorale dove tutto è possibile

Sempre sui dati, c’è un calo per in prevalenza della variante Omicron su quella Delta. Il “tasso di positività”, cioè il rapporto tra il numero totale dei tamponi effettuati e quelli che risultano postivi si è attestato al 14,8% (in calo: ieri era al 16,4%).

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *