GUIDONIA – In centro abitato come nella savana, scatta l’obbligo di bonifica

Dopo gli esposti dei residenti di via Caio Cornelio Nepote, oggi il Comune ha ordinato ai proprietari la pulizia completa entro 20 giorni

Da mesi i residenti segnalavano una situazione surreale con una vegetazione talmente folta da far sembrare di essere nella savana anziché in un centro abitato di Guidonia Montecelio. Per convincere i proprietari a pulire il terreno non era stata sufficiente neppure la multa elevata la scorsa estate dalla Polizia Locale.

Per questo oggi, giovedì 27 gennaio, il dirigente comunale all’Ambiente Egidio Santamaria, ha emesso apposita ordinanza per imporre la bonifica urgente ai proprietari di un lotto di terreno incolto ubicato in via Caio Cornelio Nepote, nel quartiere di Marco Simone Vecchio, per prevenire potenziali situazioni di pericolo o di danno alla salute pubblica.

Il provvedimento verrà notificato ai titolari, una coppia di italiani di 69 e 66 anni residenti nella Capitale, ai quali sono concessi 20 giorni di tempo per procedere a propria cura e spese alla completa pulizia del lotto e allo sfalcio delle erbe infestanti secondo i dettami dell’Ordinanza 127 firmata lo scorso 10 giugno 2021 dal sindaco di Guidonia Montecelio Michel Barbet.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Ucraina, la Scuola educa alla Pace

Vale la pena evidenziare che il 28 settembre 2021 i vigili urbani avevano sanzionato la coppia con una multa di 50 euro per il mancato rispetto dell’ordinanza 127, pertanto – qualora i proprietari non rispettassero il termine stabilito – l’amministrazione comunale interverrà d’ufficio nelle operazioni di bonifica addebitando le spese alla coppia.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *