Fonte Nuova – L’addio ad Andrea Fagiani, il sindaco: “Era un uomo speciale”

Il corpo dell'artificiere è stato messo a disposizione dell'autorità giudiziaria: i funerali non sono stati ancora fissati. 

Tor Lupara è ancora sgomenta per la morte di Andrea Fagiani, l’artificiere strappato a 49 anni da un incidente sul lavoro, mentre l’altra sera lavorava nella polveriera dell’Esercito a Narni dove prestava servizio.

Anche il sindaco di Fonte Nuova, Piero Presutti, ha espresso parole di vicinanza alla famiglia: “In ricordo di Andrea a nome personale e di tutta la cittadinanza, sicuro di rappresentare un diffuso sentimento di triste sgomento, si ricorda l’illustre personalità del maresciallo capo artificiere Andrea Fagiani, 49 anni, comandante della polveriera “La Barbera” di Nera Montoro (Narni, Terni). Andrea si era contraddistinto sul territorio di Fonte Nuova poiché nel 2010 gli era stata consegnata l’onorificenza al merito civile, conferita dal ministero dell’Interno, per aver salvato la vita di un’anziana coinvolta in un incidente stradale nella località di Tor Lupara. Le mie personali condoglianze e di tutta l’Amministrazione Comunale alla famiglia e a tutti i suoi cari“.

LEGGI ANCHE  Rubò il Gratta e Vinci ad un’anziana, tabaccaio condannato

Sono tanti anche i concittadini che hanno salutato Andrea Fagini. Commovente quello di Claudia Budroni, la sorella del giovane ucciso da un proiettile esploso da un agente di polizia. Il suo è un post rivolto direttamente alla madre di Andrea, la signora Vittoria, scritto ieri mattina appena si è diffusa la notizia. “Vittoria non posso crederci…Mi hai chiamato due volte stamattina. Mi hai detto che dopo un po’ saresti arrivata in negozio. Io…mamma e le ragazze siamo senza parole. Chi più di noi, chi più di una mamma ti può comprendere. Ogni volta che entravi, e sono anni, dicevi sempre: ‘Il dolore di una madre è contro natura…! Siamo senza parole perché proprio stamattina ci siamo sentite io e tu (ancora evidentemente non sapevi). Ti abbracciamo forte forte..Mamma ti abbraccia forte ma tanto tanto… Chi più di lei, dolori assurdi”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Montecelio, il Belvedere intitolato al medico di base amato dai pazienti

Il corpo dell’artificiere è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria: i funerali non sono stati ancora fissati. sull’incidente mortale nelle polveriera indaga la procura di Terni. 

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.