Fiano Romano – Ferilli: “Nuova condotta dall’acquedotto e l’emergenza idrica finirà”

OTTORINO-FERILLIAcea e Comune in un tavolo tecnico per un grande risultato. Tra le parti sono stati decisi gli interventi a breve termine che riporteranno l’acqua a Fiano Romano.
A causa dell’emergenza idrica che ha prodotto gravi disagi ai cittadini fianesi, il sindaco Ottorino Ferilli (nella foto), gli assessori e i responsabili di servizio degli uffici competenti, hanno instaurato un tavolo tecnico con Acea.

Negli ultimi tre mesi sono stati molteplici gli incontri che l’amministrazione comunale ha organizzato con i dirigenti Acea.

Lo stesso Ferilli ha interpellato direttamente l’ingegner Marco Staderini, amministratore delegato ad “Acea Spa”, ricevendo disponibilità e sostegno per l’individuazione degli interventi necessari da metter in campo a fronte dell’emergenza idrica.
A compimento delle trattative intercorse, giovedì 19 luglio, Ferilli ha ricevuto un avviso ufficiale da parte di Acea per i cittadini di Fiano Romano.
Il responsabile unità investimenti di “Acea Ato2”, ingegner Francesco Pratesi ha scritto che: «Per la risoluzione definitiva delle problematiche ad oggi in atto, sono stati individuati alcuni interventi di tipo strutturale e a carattere definitivo che saranno realizzati per assicurare un approvvigionamento idrico non dipendente, come attualmente, esclusivamente da pozzi, potenziando la disponibilità della risorsa idrica, e per garantire una pressione di esercizio superiore alle zone più elevate del territorio comunale».
Garantita la realizzazione della nuova condotta di alimentazione dall’acquedotto del Peschiera che è un intervento di notevole impegno economico (3 milioni di euro di lavori), la cui gara di appalto sarà avviata entro l’estate, grazie al ricorso a procedure straordinarie. E che consentirà, al termine dei lavori, di garantire un maggiore apporto idrico al territorio comunale.
Inoltre è prevista la realizzazione di un gruppo di pressurizzazione e di pompaggio a servizio delle zone di Belvedere, via di Valle Perugina e via Terracini.
L’intervento, in fase di progettazione, potrà garantire in futuro la corretta alimentazione idrica anche in situazioni di alto consumo nel territorio comunale. Si prevede poi l’entrata in esercizio dell’impianto prima della prossima estate, visti i tempi per l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte dei vari Enti interessati.
Si chiude così, un capitolo che negli anni precedenti ha reso Fiano Romano, città a misura d’uomo e rinomata per l’eccellenza sui servizi al cittadino, debole e vulnerabile sul fronte del servizio idrico integrato passato in gestione dal 2002 ad “Acea Ato2”.
Ferilli, infine, ha dichiarato: «Sono soddisfatto e felice per la mia città, in pochi mesi abbiamo ottenuto grandi risultati su alcuni servizi considerati piaghe, ormai per Fiano Romano, il servizio postale ed il servizio idrico».

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Comune sotto scacco, porta spaccata all’Ufficio Elettorale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *