Ripresa del turismo ma resta l’incognita green pass

We love Italy

Italia, la più amata dagli americani

Il termometro della ripresa del turismo internazionale in Italia è l’aeroporto di Fiumicino. Nello scalo romano nell’ultima settimana c’è stato un movimento di 21 mila passeggeri al giorno soprattutto grazie ai voli “Covid tested”.

Fare previsioni è ancora azzardato ma i numeri sembrano essere confortanti: le prenotazioni degli italiani per il periodo estivo sono già al 54,7%, dieci punti in più di percentuale rispetto allo scorso anno.

Per gli ospiti stranieri resta l’incognita green pass. Il governo Draghi è al lavoro per accelerarne l’entrata in vigore al 15 giugno, visto che sette Stati hanno giocato d’anticipo mentre altri, come la Francia, hanno ridotto le restrizioni per viaggiare. Domani sera il Parlamento Ue voterà l’accordo: con l’ok si procederà all’approvazione per renderlo valido il prima possibile.

LEGGI ANCHE  Montelibretti, finiti i lavori del palazzetto dello sport

L’Italia risulta la prima meta turistica per gli americani e anche la Spagna ha assegnato lo stesso primato al nostro Paese. Le prenotazioni di olandesi e tedeschi sono cresciute del 103%.

Sono anche aumentate le ricerche verso il nostro Paese sui siti turistici online: +38% rispetto all’anno scorso per luglio e settembre e +58% per agosto.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *