turismo

Il Pnrr accelera e spinge sul turismo

Nell’ultimo Decreto Recovery altre risorse e nuovi obiettivi da attuare entro il 2021. Previsti tra l’altro 114 milioni per attivare un Digital Tourism hub

Altri 8 obiettivi si aggiungono ai 51 che il Governo dovrà attuare per spendere in modo mirato e in fretta le risorse del Pnrr, il piano nazionale di ripresa e resilienza, per chiudere entro l’anno i progetti con le risorse europee arrivate in estate. Tra le novità, si spinge sul turismo, con una serie di misure a sostegno del settore e lo stanziamento di 2,4 miliardi che sono suddivisi in diversi interventi. Ci sono ad esempio 1.786 milioni per un Fondo nazionale del Turismo, che comprende sei diversi interventi tra cui 500 milioni per il credito d’imposta (80%) e fondo perduto per le imprese turistiche; 98 milioni per sostenere la digitalizzazione delle agenzie di viaggio e tour operator; 500 milioni per attivare un Fondo i per l’ammodernamento delle strutture ricettive, interventi per la Montagna, sviluppo di nuovi itinerari turistici; 358 milioni, destinati ad un Fondo di garanzia per sostenere il tessuto imprenditoriale e sviluppare nuove professionalità.

LEGGI ANCHE  Pil dell’Italia verso +6,3% nel 2021 secondo l’Ocse

Previsti poi 114 milioni per attivare il Digital Tourism hub, vale a dire una piattaforma digitale per aggregare on line l’offerta turistica nazionale e 500 milioni per il progetto Caput Mundi, vale a dire interventi per sostenere l’offerta turistica in vista del Giubileo.

 

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s