Va a fare il vaccino col braccio finto, denunciato

Protagonista del raggiro finito male un cinquantenne di Biella

Si è presentato a fare il vaccino con il braccio in silicone pensando di ingannare gli operatori sanitari e ottenere comunque il green pass senza ricevere realmente la somministrazione ma è stato denunciato ai carabinieri. Protagonista un cinquantenne che ieri si è in un centro vaccinale ad accesso diretto per le prime dosi, a Biella.
Nonostante l’applicazione in silicone fosse molto simile alla vera pelle, il colore e la percezione al tatto hanno insospettito l’infermiera impegnata nella vaccinazione, che ha chiesto quindi alla persona di mostrare per intero il proprio braccio. Una volta scoperto, il soggetto ha cercato di convincere l’operatrice a chiudere un occhio ma non e’ servito.
“Il caso rasenta il ridicolo, se non fosse che parliamo di un gesto di una gravità enorme, inaccettabile di fronte al sacrificio che la pandemia sta facendo pagare a tutta la nostra comunità, in termini di vite umane e di costi sociali ed economici”, hanno sottolineato il presidente del  Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Icardi.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  POLI - Per Villa Luana un tavolo in Prefettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *