CALCIO – Fiano Romano, parola al DS Lupi: “Pronti al salto di categoria”

Il campionato ripartirà per tutti il 13 febbraio e vedrà il Fiano affrontare tra le mura amiche la Castelnuovese Calcio

Superato il giro di boa della stagione, il direttore sportivo del Fiano Romano, Umberto Lupi, parla dell’andamento della squadra dell’Under 19 Regionale: impegnata nel Girone B e momentaneamente seconda in classifica a quota 22 punti, a cinque lunghezze di distanza dalla capolista Fidene.

“Sono molto soddisfatto di quello che i ragazzi stanno facendo. Forse ci manca anche qualche punto per errori nostri, ma il percorso di crescita mi soddisfa ed il bilancio non può che essere positivo”. La pausa forzata dal peggioramento della curva pandemica però desta qualche preoccupazione: “Loro forse sono la fascia di età che risente maggiormente di questa situazione e del distanziamento. Due anni così si sentono e pesano. Loro però sono sereni e tranquilli quando giocano e noi vogliamo questo: farli giocare, crescere e magari mandarli in Promozione o in Eccellenza. In definitiva, farli divertire senza guardare troppo alla classifica. Poi però, una volta finita la sessione di allenamento o la partita nel weekend, percepisco un po’ di paura in loro: finisce lo sfogo e si ritorna a pensare alle altre questioni. Il calcio però li aiuta e li deve far crescere”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Pentathlon Moderno, Simone Cavallaro è campione italiano

Parlando di campo, il campionato ripartirà per tutti il 13 febbraio e vedrà il Fiano Romano affrontare tra le mura amiche la Castelnuovese Calcio: un avversario da non sottovalutare nonostante la distanza in classfica tra le due compagini. Riguardo la prossima gara il DS si è espresso in questo modo: “Non li conosco ma metteranno in difficoltà chiunque. Non molleranno mai e lo hanno già dimostrato contro il Fidene, che li ha sconfitti solo nel finale. Hanno individualità importanti in attacco e perciò dovremmo stare molto attenti”.

Gli obiettivi per il 2022 sono chiari: “La società è molto ambiziosa e certamente non molleremo: siamo a meno cinque dal Fidene, che sono una corazzata, ma la stagione è ancora lunga e ci saranno da giocare ancora molti scontri diretti con le prime della classe: non alzeremo assolutamente il piede. Abbiamo lavorato per trattenere molti giocatori e ci auguriamo nel giro di un paio d’anni di fare il salto di categoria”(L. P.)

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.