Crisi Ucraina-Russia tra sforzi diplomatici e esercitazioni (militari)

Oggi incontro al Cremlino Putin-Lukashenko.

Mentre proseguono quasi di pari passo – sforzi diplomatici e esercitazioni militari – si sta aprendo uno spiraglio per evitare la guerra Ucraina-Russia. Mentre la Russia annuncia un nuovo ritiro di truppe, il premier Mario Draghi ha sentito il presidente Usa John Biden. Per oggi è previsto inoltre un incontro al Cremlino tra Vladimir Putin e il presidente bielorusso Alexander Lukashenko.
Il ministero della Difesa a Mosca intanto ha reso noto che Putin domani presenzierà a esercitazioni di missili balistici e da crociera, “pianificate in precedenza”. “Si tratta di esercitazioni delle forze di deterrenza”, la precisazione. Vi prenderanno parte le Forze aerospaziali e le Forze missilistiche strategiche, e anche unità di terra del Distretto militare meridionale e della marina, delle Flotte del Mar Nero e del Nord.
La Russia, però, ha anche annunciato il ritorno “alle basi permanenti” di carri armati, mezzi blindati e personale militare dopo le “esercitazioni”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Elezioni, Alessandro Palombi è il nuovo Deputato di Collegio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.