TIVOLI - Terreno pubblico al privato, così nasce un nuovo impianto sportivo

L’area di piazza Catullo concessa alla “Asd TiburVolley”: investe 287.492 euro senza pagare il canone per 17 anni

Il Comune di Tivoli mette a disposizione il terreno, il privato costruisce a proprie spese un’opera pubblica e la gestisce a tempo determinato. Così Tivoli Terme avrà un nuovo impianto sportivo polifunzionale.

Lo stabilisce la determina 147 firmata il 27 gennaio dal dirigente al Demanio Riccardo Rapalli e pubblicata all’Albo Pretorio Comunale lunedì 16 maggio. Con l’atto viene affidato definitivamente in concessione per 17 anni alla “Asd TiburVolley” il Lotto numero 13 del Piano di Zona n. 2 “Bagni Albule” di Piazza Bartolomeo della Queva Bartolomeo per la realizzazione di un impianto con relativi servizi e locali accessori.

Si tratta di un’area verde adiacente a piazza Catullo, tra la scuola e la palestra comunale e il campo di calcio della società “Albula”, per l’assegnazione della quale l’amministrazione Proietti il 3 marzo 2021 aveva pubblicato un avviso per l’acquisizione di manifestazioni di interesse. L’unica società a partecipare alla gara è stata proprio la “Asd TiburVolley” con sede a Borgonovo che ha presentato un’offerta economica ritenuta congrua dalla Commissione: la società effettuerà un investimento di importo pari a 287.492 euro costruendo l’impianto a totale cura, rischio e spese, a scomputo dei canoni di concessione.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Nuovo Ospedale, ecco il progetto da 6 milioni e mezzo di euro

Per cui la “Asd TiburVolley” non pagherà il canone annuo pari a 16.790 per la durata della concessione pari a 17 anni, un periodo commisurato al raggiungimento dell’equilibrio economico finanziario.

Viceversa le società e le associazioni che intenderanno utilizzare l’impianto pagheranno un canone orario non inferiore agli 11 euro e 50, come previsto dal Regolamento.

L’idea di un impianto polifunzionale a Bagni era nata nel 2021 dalla proposta di un’associazione sportiva del territorio intenzionata a realizzare una struttura dove allenare e far gareggiare i propri atleti. L’Associazione Sportiva aveva richiesto al Settore Urbanistica la concessione in uso dell’area: secondo la giunta del sindaco Giuseppe Proietti, l’idea di un nuovo impianto avrebbe valorizzato l’area e l’offerta formativa sportiva per la diffusione della pratica in favore degli abitanti del territorio.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.