PALOMBARA SABINA - Sos agli anziani, raffica di raggiri col finto arresto del parente

Appello del Comune: “Attaccate il telefono e chiamate i carabinieri”

Il copione è sempre lo stesso.

In qualche caso sostengono di avere un pacco da consegnare in cambio di denaro. In altri fanno credere che un familiare stia per essere arrestato.

Si chiamano “truffa del finto corriere” e “truffa del finto parente”.

Due metodi collaudati e praticamente infallibili che da anni mietono vittime nella Città del Nordest. La zona presa di mora negli ultimi giorni è Palombara Sabina.

Per questo oggi, mercoledì 7 giugno, sulla pagina Facebook istituzionale l’amministrazione guidata dal sindaco e deputato Alessandro Palombi ha lanciato un appello pubblico ai cittadini.

“Si comunica che si stanno verificando numerosi tentativi di truffa – si legge nel comunicato – Le vittime vengono raggiunte telefonicamente o direttamente al proprio indirizzo ricevendo richieste di denaro. I truffatori cercano di raggirare le vittime motivando che il denaro richiesto serve per risolvere problemi di familiari della vittima che si trovano in difficoltà immediata.

La motivazione della richiesta può cambiare in base alla vittima prescelta, si registrano tentativi in cui i truffatori affermavano di avere un pacco da consegnare in cambio di denaro o che un familiare sta per essere arrestato”.

Per questo l’amministrazione comunale di Palombara Sabina invita i cittadini a diffidare assolutamente, riagganciare la cornetta e contattare immediatamente la Locale Stazione dei Carabinieri che provvederà ad inviare una pattuglia”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Accoltellano il cane e lo gettano nel fosso, clochard italiani denunciati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.