La Regione Lazio revoca fondi a imprese inadempienti

L'assessore Valeriani: "Abbiamo aperto una nuova stagione per il diritto all’abitare"

La Giunta regionale del Lazio ha approvato questa mattina la revoca dei finanziamenti a due cooperative edilizie per la realizzazione di un totale di 31 alloggi nel Comune di Roma. La decadenza del contributo, pari complessivamente 682mila euro, è dovuta alla sopravvenuta perdita dei requisiti richiesti da parte delle imprese, che non devono trovarsi in procedura di fallimento o in liquidazione. Le due società, come riporta Askanews, infatti, risultano cancellate dal Registro delle Imprese e vengono di conseguenza eliminate dalla graduatoria dei beneficiari dei fondi regionali. “In questi anni abbiamo già revocato i finanziamenti regionali a 14 cooperative edili, che non hanno rispettato gli adempimenti normativi, per salvaguardare gli interessi di centinaia di cittadini che hanno investito nell’acquisto di una casa, “ha detto Massimiliano Valeriani, assessore all’Urbanistica e alle Politiche abitative della Regione Lazio,  “Abbiamo aperto una nuova stagione per il diritto all’abitare: da una parte la revoca dei contributi alle ditte inadempienti e dall’altra lo stanziamento di 56 milioni di euro per il completamento delle opere pubbliche con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita nelle periferie di Roma”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Elezioni, ecco perché Zarro vota Masini

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.