inflazione

Anche a novembre l’inflazione continua a correre e i prezzi aumentano

La “responsabile” principale rimane la crescita dei costi dei beni energetici

L’Istituto Nazionale di statistica, proprio oggi ha confermato il rialzo dell’economia italiana, negli ultimi tre mesi. Ma ha parlato anche, secondo le sue stime preliminare, di un’inflazione che a novembre accelera di nuovo, portandosi a un livello che non si registrava da settembre 2008: il che potrebbe portare a una frenata di consumi e sviluppo economico. Responsabile di tale situazione continua ad essere la crescita dei prezzi dei beni energetici, passata da +24,9% di ottobre all’attuale +30,7%. La componente inflazionistica comincia a farsi sentire, oltre che sulle bollette, e anche in misura contenuta, ad altri comparti merceologici, in particolare gli alimentari (freschi e preparati) ma anche prodotti per la cura della casa e della persona, abbigliamento, spese mediche e dentistiche, trasporti.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Centotrentuno percettori del reddito di cittadinanza in chiamata per andare a lavorare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *