Addio “Patata”, Roberto Brunetti trovato morto in casa

Il 55enne attore fu protagonista del film “Romanzo Criminale”

Era riverso sul letto, in posizione supina con un lenzuolo addosso. E’ stato ritrovato così ieri sera, venerdì 3 giugno, Roberto Brunetti, 55 anni, l’attore romano conosciuto con il soprannome “er Patata”., famoso per aver interpretato il ruolo di Aldo Buffoni in “Romanzo Criminale”, il film ispirato alla cosiddetta “Banda della Magliana”.

Verso le 22.30 di ieri gli agenti del commissariato San Lorenzo e del Distretto Salario insieme ai vigili del fuoco hanno fatto irruzione nel suo appartamento di via Arduino, nei pressi della Stazione Tiburtina, dopo l’allarme lanciato dall’attuale compagna che non riusciva a mettersi in contatto telefonico con l’attore da giovedì sera, quando per l’ultima volta si era collegato a Whatsapp.

LEGGI ANCHE  GUERRA - Missili russi sulla Polonia. Si teme un innesco mondiale

Brunetti non rispondeva neanche al citofono del suo appartamento e alcuni conoscenti non lo sentivano almeno da 24 ore. La salma dell’attore è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’autopsia che chiarirà le cause del decesso: sul cadavere non sarebbero stati ritrovati segni di violenza.

Secondo alcune testate giornalistiche italiane, nel suo appartamento sarebbe stata rinvenuta della droga, residui di cocaina e hashish.

Da qualche tempo er Patata lavorava in un ristorante del Centro ed era stato lasciato ai margini del cinema, in particolare dopo essere stato arrestato per detenzione di stupefacenti nel 2017. Rimesso in libertà, Roberto Brunetti fu ospite di Pomeriggio Cinque e a Barbara D’Urso confessò i problemi economici e di salute che lo costrinsero a chiudere una pescheria, rivelando di vivere grazie al Reddito di Cittadinanza e a qualche soldo dei diritti di immagine e di Siae.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Deteneva 4 pistole in casa dell'anziano che assisteva, badante filippino in manette

Nato a Roma nel 1967, il successo de Er Patata iniziò negli anni Novanta con la partecipazione ad alcuni film commedia, tra tutti “Fuochi d’artificio” di Leonardo Pieraccioni. Fino al 2012 ha partecipato a “Paparazzi” di Neri Parenti, “Commedia sexy”, “Il ritorno del Monnezza”, “Distretto di Polizia” e “Un Ciclone in famiglia” e altri film con Monica Scattini, l’attrice con la quale ebbe una lunghissima relazione, scomparsa il 4 febbraio 2015.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.