Sul balcone, tra gli escrementi: ecco come le guardie zoofile di Tivoli hanno salvato due cani

L'intervento nel quartiere Don Bosco, a Roma

Hanno salvato due cani, un Pinscher ed un Rottweiler, costretti a restare giornate su un balcone, spesso tra gli escrementi, portandoli via dalla loro padrona. Un intervento quello delle guardie zoofile di Tivoli Kronos Valle dell’Aniene portato a termine ieri fuori porta, a Roma, nel quartiere Don Bosco. Un caso che ha sollevato polemiche: “Perché rinchiuderli in un canile?”. I volontari smentiscono: “I due cani sono in buone mani, in un luogo protetto, non in un canile“.

Ecco la loro ricostruzione. 

Accademia Kronos Valle dell’Aniene e i Castelli Romani i primi giorni di settembre riceve una delle tante telefonate in richiesta di aiuto, la voce al telefono in modo concitato “per favore ho scritto a tutti ma nessuno interviene”, “sono mesi che stiamo in queste condizioni”, continua la vice, “ho chiesto di intervenire per dei cani chiusi su un balcone circondati da escrementi

Come di consueto chiediamo al segnalante di inviare una mail al nostro indirizzo per le segnalazioni, kronos.zoofila@gmail.com, di allegare il suo documento di identità indicando ogni elemento utile a capire meglio la situazione.

LEGGI ANCHE  Interventi concreti per i nostri territori

Dopo qualche ora arriva la segnalazione a mezzo email, incompleta di dati specifici, senza documento, con qualche foto eloquente, nessun nominativo segnalato da poter “verificare” preventivamente, una segnalazione certamente deficitaria.
Effettuiamo comunque un sopralluogo, attraverso accertamenti sappiamo che la Asl RM2 e la Polizia Locale Gruppo VII sono già in fase di preliminare.

Passa qualche giorno e veniamo a sapere che un gruppo di volontari animalisti, venuti a conoscenza della situazione, si sta recando sul posto. Partecipiamo in forma non ufficiale al raduno organizzato davanti all’abitazione dove risiedono i cani, presenti anche Vigili del Fuoco, Polizia di Stato, numerosi curiosi e volontari animalisti, in casa non risponde nessuno, impossibile accertare alcunché con questa condizione. Tuttavia la situazione degenera, il clima si scalda tra gli animalisti che chiedono un sequestro (?) immediato e le autorità che tentano invano di spiegare il dovuto rispetto delle procedure.

Vista l’impossibilità di agire, i volontari si danno appuntamento alle 21:00 tramite una “chiamata” a mezzo facebook, decidiamo di intervenire con urgenza per scongiurare sia i disagi che tutelare gli animali. Oltre alla collaborazione del Nucleo Tutela Ambiente del VII gruppo della Polizia Locale e dei dirigenti Asl RM2, riceviamo una risposta immediata di supporto da parte del Commissariato X Tuscolano.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO – Accordo estingui-debiti: ecco come accedere

Il nucleo zoofilo di Kronos interviene con la Polizia di Stato lo stesso pomeriggio, rintracciamo la proprietà che si dimostra cosciente del disagio degli animali e pronta a partecipare ad ogni azione che possa migliorare le condizioni degli animali.

Risolutivo l’intervento congiunto, adesso i due animali, inseparabili, stanno certamente meglio ed in posto sicuro, non in un canile. Ricordiamo che si tratta di due specie molto diverse fra loro, in tutto, un Pinscher ed un Rottweiler, ma come ben sappiamo gli animali non creano ostacoli inutili e non devono necessariamente prevaricare l’uno sull’altro, sanno già chi è il più forte e l’amore vince su tutto.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.