ECCELLENZA FEMMINILE – Il lodevole esempio di Fair Play della Lazio C5 Global

Questo weekend è ripartito il campionato di Eccellenza Femminile, massima categoria regionale della piramide calcistica del panorama femminile.

Tra i match andati in scena questo weekend, da segnalare la rotonda vittoria dell’Eretum Monterotondo a danno del Viterbo Football Club e lo storico successo della Pro Calcio Castel Madama, il primo per la società tiburtina in ambito femminile, per 3-0 contro la Lazio Calcio Femminile nel primo turno di Coppa Italia d’Eccellenza.

La prima giornata di campionato ha visto andare in scena anche l’incontro tra Lazio C5 Global e Frosinone, terminato 2-2. Le due squadre si erano già affrontate lo scorso 25 aprile per un match valido per la passata stagione ma il risultato aveva visto trionfare la compagine ciociara con addirittura dieci reti di scarto.
La Lazio, come intuibile dal nome completo dalla società, disputa il campionato di Serie A di Calcio a 5 e utilizza lo stesso roster di giocatrici anche per il campionato di Calcio a 11, competizione sfruttata come “allenamento” in vista degli impegni importanti a livello nazionale di futsal. In quella occasione, la prima squadra delle biancocelesti era impegnata nelle fasi finali della Coppa Italia di Calcio a 5, persa poi solamente in finale, e non poteva scendere in campo con il Frosinone con le giocatrici migliori. La società, che quest’anno tra l’altro giocherà le gare interne al PalaPertini di Fiano Romano, aveva chiesto lo spostamento della gara rifiutato dal Frosinone. La gara fu dunque disputata, con la Lazio costretta a mettere in campo solo ragazze delle giovanili ed ovviamente inferiore tecnicamente.
Domenica scorsa, durante l’incontro tra le due squadre il Frosinone ha schierato nel corso della gara due giocatrici nate nel 2007 e quindi che non hanno ancora compiuto 15 anni, età minima prevista dal regolamento per questa competizione. La Lazio potrebbe quindi fare ricorso e conquistare probabilmente una vittoria a tavolino, ma attraverso un comunicato rilasciato quest’oggi attraverso i propri canali social ha deciso di non fare utilizzo di questo strumento.

LEGGI ANCHE  Rappresentativa Serie D/U18: convocati due giocatori del Real Monterotondo Scalo

Con questo lodevole gesto, la Lazio C5 Global vuole mandare “mandare un messaggio di distensione a tutto il movimento”, ricordando che “il mondo dei dilettanti è, in primis, un luogo di aggregazione e di sport. Una gara dovrebbe essere una festa, troppo spesso così non è e si cerca di portare tutto all’esasperazione.” Una lezione dalla quale tutti dovremmo prendere spunto.

(Nella foto, la rosa della Lazio C5 Global scesa in campo contro il Frosinone lo scorso 25/04)

Luca Pellegrini

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s